Una scossa di terremoto ha colpito poco fa il Piemonte. L'evento sismico si è verificato nella prima serata di mercoledì, poco dopo le 19.35, nel territorio della Comunità Montana Valli Chisone e Germanasca, nel Torinese. L'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) ha valutato inizialmente l'intensità della scossa tra i 2.8 e 3.3 gradi della scala Richter, rivedendo poi la magnitudo a 3.1 gradi. Sempre secondo i rilievi dei sismografi dell'Ingv, la scossa ha avuto epicentro nel territorio del comune di Massello, piccolo centro di poche decine di abitanti nella Valle Germanasca, a ovest del capoluogo piemontese, con coordinate geografiche (lat, lon) 44.96, 7.05. L'ipocentro del fenomeno sismico invece è stato localizzato dalla Sala Sismica INGV di Roma a una profondità di circa sedici chilometri.

Numerosi i piccoli comuni nel raggio di dieci chilometri dall'epicentro, tutti appartenenti alla città metropolitana di Torino: Salza di Pinerolo, Perrero, Prali, Roure, Fenestrelle, Usseaux e Pragelato. Altri 23 comuni invece nel raggio di venti chilometri dal centro della scossa, tra cui i più popolosi sono Susa e Villar Perosa. Il sisma è stato avvertito chiaramente dalla popolazione in diverse zone della regione, in Val Chisone e in Val Susa e fino a i centri più vicini al capoluogo piemontese. Diverse le persone che hanno segnalato l'evento sui social anche se fortunatamente al momento non si hanno notizie di danni a cose o persone.