112 CONDIVISIONI
19 Ottobre 2021
13:07

Statue coperte con maschere a forma di teschio in molte città italiane: cosa sta succedendo

Protesta ambientalista nelle piazze di molte città italiane. I blitz sono stati compiuti dai membri di Extintion Ribellion e hanno preso di mira tra le più importanti statue del centro di Firenze e Venezia, ma anche Napoli e Milano. Il movimento da qualche anno e specialmente nell’ultimo periodo sta compiendo “azioni dirette non violente per persuadere i governi a prendere in considerazione l’emergenza climatica ed ecologica”.
A cura di Biagio Chiariello
112 CONDIVISIONI

Statue mascherate in diverse città italiane. Da Milano passando per Firenze, Venezia e fino a Napoli, la protesta ambientalista del movimento Extinction Rebellion ha preso di mira i monumenti per manifestare contro i cambiamenti climatici.

Il blitz a Firenze

Nel caso del blitz di Firenze, i volti di alcune statue sono stati coperti con una maschera di cartapesta rappresentante un teschio con dei rami al posto dei capelli e una ‘x' sulla bocca. Quattro attivisti, tre uomini e una donna di età compresa tra i 26 e i 60 anni, residenti nelle province di Firenze e Lucca, sono stati denunciati dalla polizia per deturpamento di beni di interesse storico artistico. Le forze dell'ordine li hanno colti sul fatto mentre applicavano una maschera con il logo del movimento sulla faccia della statua equestre di Ferdinando I de’ Medici.

La protesta di Venezia

Lo stesso tipo di azione dimostrativa è andata in scena a Venezia: tre maschere a raffigurare un teschio cn una “x” nera a coprire la bocca sono comparse sulle statue di Paolo Sarpi in campo Santa Fosca, di Carlo Goldoni in campo San Bortolomeo e di Daniele Manin nell’omonimo campo.

Chi è Extinction Rebellion

L'organizzazione è stata fondata nel 2018 nel Regno Unito e si descrive come un movimento internazionale, politicamente apartitico, che compie azioni dirette non violente per persuadere i governi a prendere in considerazione l'emergenza climatica ed ecologica. Extinction Rebellion ha subito critiche per le sue proteste scenografiche, che in molte occasioni hanno causato disagi e interrotto traffico e trasporto pubblico. Le manifestazioni di proteste si sono intensificate nell'ultimo periodo in vista della Precop26, la riunione dei delegati di 40 governi del mondo in preparazione della Cop26 che si terrà a Glasgow a novembre.

112 CONDIVISIONI
Napoli, DDL Zan, migliaia in corteo: "Il Paese reale è qui, nel palazzo non capiscono nulla"
Napoli, DDL Zan, migliaia in corteo: "Il Paese reale è qui, nel palazzo non capiscono nulla"
147.983 di AntonioMusella
"Un partito non si regge sulle idee": cosa pensano i renziani alla Leopolda sui soldi da Bin Salman
"Un partito non si regge sulle idee": cosa pensano i renziani alla Leopolda sui soldi da Bin Salman
337.527 di Saverio Tommasi
Europa al centro della quarta ondata: perché rischiamo mezzo milione di morti entro febbraio
Europa al centro della quarta ondata: perché rischiamo mezzo milione di morti entro febbraio
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni