Foto archivio
in foto: Foto archivio

Due motociclisti morti: è il tragico bilancio dell'ennesimo sabato di sangue sulle strade italiane. Le due vittime sono morte in due diversi incidenti stradali in Alto Adige. A perdere la vita due centauri che stavano trascorrendo sulla loro moto una giornata di festa. Il primo incidente stradale è avvenuto alle 10.40 in Val Venosta sulla statale 40 nel paese di Burgusio. Un motociclista svizzero si è scontrato frontalmente con un'auto ed è morto nel terribile impatto. A bordo del veicolo si trovavano due altoatesini, feriti in modo lieve e trasportati dai soccorritori in ospedale a Silandro. Lo schianto – terribile – è avvenuto nel tratto tra l’ingresso del paese e il Sacrario Militare, il monumento dedicato alla memoria dei caduti in guerra. La forza dell'incidente è stata tale da distruggere quasi completamente la moto.

Nel secondo incidente ha perso la vita un 25enne di San Candido (Bolzano): il giovane era alla guida della sua due ruote quando si è scontrato contro una vettura in località Tesido, in val Casies. Sul posto sono intervenuti i soccorritori per tentare disperatamente di salvarlo ma non c'è stato nulla da fare: il giovane è morto a causa delle ferite riportate nell'impatto. Nello stesso incidente è rimasta ferita – in modo non grave – un'altra persona. Le strade di montagna, specialmente nel periodo estivo, sono letteralmente prese d'assalto da motociclisti, automobilisti e camperisti. Purtroppo il bilancio delle vittime si aggrava col passare dei mesi: da inizio giugno, solo sulle strade del Trentino Alto Adige, sono morti 15 motociclisti.