Una scossa di terremoto è stata registrata nella notte nelle vicinanze di Imola. Il sisma è stato avvertito dalla popolazione, soprattutto nella zona dell'epicentro, registrato a Fontanafelice, piccolo comune in provincia di Bologna. La scossa è stata di magnitudo 3.0 ed è stata registrata dalla sala sismica di Roma dell’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia alle 3.19 della notte. L’epicentro segnalato dall’Ingv si trova a Fontanafelice e nella zona di altri piccoli comuni del bolognese e del ravennate, come Borgo Tossignano, Casola Valsenio, Castel del Rio e Casalfiumanese. La scossa è stata registrata a una profondità di 9 chilometri e non ha causato, secondo quanto emerso finora, danni a cose o persone. Il sisma è stato comunque avvertito da una parte della popolazione della zona, anche da chi vive nei piani bassi delle abitazioni.

Per quanto riguarda la zona colpita dal terremoto, nel raggio di meno di 20 chilometri dall’epicentro troviamo molti comuni come Dozza, Castel San Pietro Terme e Riolo Terme. La città più grande a distanza ravvicinata dall’epicentro è Imola, che dista solamente 17 chilometri. Non lontano troviamo anche Faenza, a soli 26 chilometri, e la stessa città capoluogo di Regione, Bologna, che dista 32 chilometri dall’epicentro della scossa registrata in piena notte. Come detto, fortunatamente, la scossa – pur essendo stata avvertita da una parte della popolazione – non ha provocato altro al di fuori di un po’ di paura per chi era sveglio: non si registrano in ogni caso danni di alcun tipo e la preoccupazione dei cittadini sembra non essere stata moltissima, tanto che si sono evitati assembramenti in strada.