Una vacanza finita in tragedia. Aveva tenuto tutti con il fiato sospeso, ma purtroppo la bimba di un anno che si era sentita male in spiaggia è morta. Si era sentita male mentre si trovava con la famiglia al mare, a Spiaggiabella (Lecce), dove stavano trascorrendo le vacanze. La famiglia è originaria di Pordenone. La piccola ha avuto un'emorragia cerebrale causata da un aneurisma.

Ricoverata nel reparto di Rianimazione prima del Vito Fazzi di Lecce, è stata trasportata d'urgenza al Poiclinico di Bari, dove era tenuta in coma farmacologico. I medici avevano chiesto un trasferimento al Bambin Gesù di Roma, ma il viaggio in elicottero sarebbe stato rischioso per le condizioni della bambina. Tutto è successo in una manciata di minuti: la bimba era tra le braccia del papà, quando improvvisamente si è accasciata. Immediata la richiesta di soccorso. Sul posto sono intervenuti un medico ed un infermiere assieme a due bagnini del lido Kalù. Sono state praticate le manovre di rianimazione, poi il tempestivo trasporto in ospedale, dove per due giorni la piccola ha lottato tra la vita e la morte. Ma le sue condizioni era apparse subito gravi.