Per gli esperti non c’è dubbio, le somministrazioni dei vaccini anti covid dovranno essere estese anche ai più piccoli se si vorrà arrivare all’immunità di gregge necessaria ad evitare una larga diffusione del contagio e il rischio dell’insorgenza di nuove mutazioni del coronavirus che possono rendere i vaccini attuali meno efficaci. Per questo già da mesi tutte le principali case farmaceutiche hanno avviato test sull’efficacia e sicurezza dei vaccini sulla popolazione più giovane, in particolare su adolescenti dai 12 anni. Dai primi test sembrano arrivare ottime notizie tanto che alcuni Paesi hanno dato già il via libera all’uso di emergenza e altri si preparano a farlo a stretto giro.

Vaccino Pfizer su 12enni già approvato inCanada

In Canada ad esempio mercoledì scorso le autorità sanitarie hanno dato l’ok al vaccino Pfizer BioNTech per i bambini dai 12 anni in su. Si tratta dello stesso vaccino già somministrato ai ragazzi di 16 anni in su in diversi Paesi tra cui Usa e Canada e il più usato attualmente nel mondo. Il via libera è arrivato in base ai dati più recenti prodotti dalla società secondo la quale i test hanno mostrato che non c'erano casi di COVID-19 tra gli adolescenti del gruppo campione vaccinati a differenza dei 18 casi nel gruppo trattato con placebo. Anche come effetti indesiderati non sono stati segnalati casi gravi e le reazioni son quelle attese e già verificate nel vaccino per gli adulti, come febbre e dolori muscolari.

Vaccino Pfizer agli adolescenti in Europa entro l'estate

L’azienda farmaceutica in effetti è quella con le sperimentazioni per i vaccini ai minori in fase più avanzata e si prepara a ricevere l’ok anche dagli stati Uniti. La decisione della Fda è attesa entro questo mese. Pfizer ha annunciato che dopo il via libera americano intende fare analoga richiesta anche in Europa all'Ema che in media impiega circa un mese per l’esame quindi è probabile un via libera al vaccino negli adolescenti di età compresa tra 12 e 15 anni in Europa entro giugno. La stessa azienda ha avviato anche un altro trial che riguarda bambini di età compresa tra sei mesi e 12 anni e i risultati arriveranno tra qualche mese. “Si sta lavorando a sperimentazioni cliniche con riduzione dell’età, in cui si esegue una sperimentazione clinica con soggetti dai 16 ai 12 anni, poi dai 12 ai 9, poi dai 9 ai 6” ha spiegato il virologo statunitense americano Anthony Fauci.

Gli altri vaccini anti covid per gli adolescenti

Per quanto riguarda Moderna, invece, uno primo studio sui vaccini anti covid per gli adolescenti tra i 12 e i 17 anni sono ancora in fase due con risultati definitivi entro la fine dell'anno per avere via libera dalle autorità nel 2022. La stessa azienda ha appena avviato un secondo studio, invece sui bambini da sei mesi a 11 anni i cui risultati ovviamente avranno tempo più lunghi