Covid 19
13 Giugno 2021
08:38

Quali Regioni cambiano colore da domani: chi passa in zona bianca il 14 giugno

Altre sei regioni in zona bianca da domani 14 giugno. Nessuna sorpresa dalla cabina di regia che ha esaminato il nuovo report settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità e poi ha deciso i nuovi colori per Lombardia, Lazio, Piemonte, Emilia Romagna, Puglia e Provincia di Trento. Dal coprifuoco alle mascherine, cosa succede per queste regioni.
A cura di Biagio Chiariello
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Puglia e provincia di Trento. Sono le cinque regioni e la provincia autonoma che domani passano in zona bianca, stessa fascia dove già si trovano Sardegna, Molise, Friuli Venezia Giulia, Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto, che hanno già visto nelle scorse settimane allentare le restrizioni contro la pandemia da Covid-19. All'appello (ancora in zona gialla) mancano dunque la Sicilia, la Campania, la Basilicata, la Calabria, la Toscana, le Marche e la provincia di Bolzano. Per queste ultime le nuove misure e le regole meno scatteranno il 21 giugno, mentre il 28 giugno sarà la volta della Valle d'Aosta e quel giorno tutta Italia sarà bianca.

L'ordinanza di Speranza

Il provvedimento, deciso dal ministro della Salute Roberto Speranza attraverso un’ordinanza firmata l’11 giugno, riguarda più della metà degli italiani.“Da lunedì oltre 40 milioni di italiani saranno in ‘zona bianca'. L’Italia ha attualmente uno dei migliori dati europei sull’incidenza. E’ un risultato incoraggiante che ci consente di guardare avanti con più fiducia. Dobbiamo insistere su questa strada con prudenza e gradualità. Oggi più che mai occorre conservare le corrette abitudini per non vanificare i tanti sacrifici fatti”, commenta il ministro della Salute Roberto Speranza.

Zona bianca, cosa succede

Innanzitutto non esiste più coprifuoco, che resta invece in vigore per le regioni in giallo. Bar e ristoranti  aperti senza limitazioni di orario, anche alla sera e anche al chiuso. Nessun tetto massimo per il numero di commensali se i tavoli sono all’aperto. È fissato invece a sei, anche non conviventi, quello per i locali all’interno. Non è ancora prevista l’eliminazione dell’obbligo di indossare le mascherine protettive, né al chiuso né all’aperto, nemmeno in zona bianca. Per il momento non si può ancora ballare, nemmeno in zona bianca.

28157 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni