99 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Pretende un farmaco a cui non ha diritto, 38enne prende a pugni medico del pronto soccorso: denunciato

Un 38enne è stato denunciato per lesioni volontarie, minacce e violenza a pubblico ufficiale dopo aver aggredito un medico all’ospedale San Maurizio di Bolzano. L’uomo si sarebbe presentato al pronto soccorso chiedendo che gli venisse prescritto un farmaco molto costoso a cui non avrebbe avuto diritto. Di fronte al rifiuto del medico, lo avrebbe aggredito e preso a pugni.
A cura di Eleonora Panseri
99 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Un 38enne è stato denunciato con le accuse di lesioni volontarie, minacce e violenza a pubblico ufficiale per aver aggredito un medico del pronto soccorso. I fatti sono avvenuti all'ospedale San Maurizio di Bolzano.

Secondo quanto è stato ricostruito, l'uomo si sarebbe presentato al pronto soccorso del nosocomio bolzanese chiedendo che gli venisse prescritto un farmaco molto costoso a cui non avrebbe avuto diritto.

Di fronte al rifiuto del medico di fornirglielo, avrebbe iniziato ad aggredirlo, prima soltanto verbalmente, poi fisicamente, sferrandogli due pugni, uno all'altezza della spalla e l'altro alla base della clavicola.

L'aggressore, 38enne di origini nigeriane, è già noto alle forze dell'ordine, pluripregiudicato per reati di varia natura e gravità e collegamenti in particolare allo spaccio di stupefacenti.

La situazione ha richiesto l'intervento degli agenti del posto di Polizia dell'ospedale, che hanno soccorso il medico ferito, al quale è stata data una prognosi di 15 giorni.

Subito dopo hanno intercettato e fermato anche il 38enne, che nel frattempo era stato bloccato dagli addetti alla vigilanza dell'ospedale mentre stava cercando di allontanarsi dalla struttura urlando e continuando a chiedere il farmaco che il medico si era rifiutato di prescrivergli.

Il 38enne, come già detto, è stato denunciato alla Procura della Repubblica per reati di lesioni volontarie e minacce e violenza a pubblico ufficiale.

Il questore della Provincia di Bolzano Paolo Sartori ha dato immediate disposizioni all'Ufficio immigrazione di segnalare l'accaduto alla Commissione territoriale per i rifugiati, perché l'uomo di 38 anni, che si trova regolarmente sul territorio nazionale, non ottenga la protezione internazionale di cui è in attesa.

L’obiettivo è impedire il riconoscimento dello status di richiedente asilo e procedere con un decreto di espulsione, come affermato dal Questore: “Episodi di questa gravità, che vedono coinvolti operatori sanitari, non possono essere tollerati. Chi è ospitato nel nostro paese deve rispettare le regole di convivenza civile e non può ricorrere alla violenza come forma di comportamento".

99 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views