141 CONDIVISIONI
News sull'omicidio di Pierina Paganelli a Rimini

Pierina uccisa la sera prima di una riunione dei Testimoni di Geova: “Decisioni sulla nuora Manuela”

Continuano le indagini sulla morte di Pierina Paganelli, uccisa con 29 coltellate a Rimini il 3 ottobre scorso: secondo quanto trapelato da fonti inquirenti la sera dopo l’omicidio era in programma una importante riunione del Saggi dei Testimoni di Geova di Miramare, a cui appartiene tutta la famiglia della vittima, per prendere decisioni sulla condotta della nuora di Pierina, Manuela Bianchi.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Ida Artiaco
141 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
News sull'omicidio di Pierina Paganelli a Rimini

Continua a essere un giallo l'omicidio di Pierina Paganelli, la 78enne uccisa con 29 coltellate lo scorso 3 ottobre nel garage del condominio dove viveva in via del Ciclamino a Rimini. Nelle ultime ore è emerso un ulteriore dettaglio che riguarda la vita familiare della vittima.

Anche se ancora nessun nome è stato iscritto nel registro degli indagati a più di un mese dal delitto, l'attenzione degli inquirenti resta ferma sulla sfera privata di Pierina, ed in particolare sulla nuora Manuela Bianchi, moglie del figlio Giuliano Saponi e sua vicina di casa.

Immagine

Stando a quanto riportano Il Resto del Carlino e il Corriere della Romagna, Pierina sarebbe stata uccisa la sera prima di una importante riunione del Consiglio dei Saggi dei Testimoni di Geova di Miramare, a cui appartiene tutta la sua famiglia, nel corso della quale si sarebbe dovuti a una decisione sulla condotta proprio della nuora Manuela.

I problemi tra quest'ultima e il figlio di Pierina erano noti. A ciò si aggiungano anche le voci della presunta relazione tra Manuela e il vicino di casa Louis Dassilva. Per questo sarebbe anche potuta essere allontanata dal gruppo, ma la riunione è saltata perché la mattina del 4 ottobre proprio Manuela scoprì il corpo senza vita di Pierina in garage. Agli investigatori i saggi del gruppo, sentiti come persone informate sui fatti, hanno opposto il segreto ministeriale. Dalla ricostruzione degli inquirenti è comunque emerso che Manuela era molto preoccupata per l’esito di quel consiglio.

Intanto, ieri nel corso della puntata di Pomeriggio Cinque è intervenuto ancora Giuliano Saponi. Il figlio di Pierina, rispondendo alla domanda se fosse vero che gli è stato revocato l’incarico di servitore di ministero sempre da parte dei Testimoni di Geova, ha risposto: "Dato che non ero più in grado mi è stata tolta però non è stato un declassamento", riferendosi ai problemi di salute avuti dopo l'incidente in bici in cui è rimasto coinvolto lo scorso maggio, dopo il quale è rimasto in coma per mesi.

Immagine

"In realtà – ha spiegato – io sono rimasto un Testimone di Geova attivo. C’è stata, in passato, una cattiva gestione economica a livello familiare, purtroppo certi debiti che c’erano non sono stati liquidati nel tempo più breve, mi ero messo dietro a fare una cosa e quindi a ripagarli. Dopo è successa questa cosa, l’incidente, certe cose sono state bloccate. Non ho ricordi dei giorni precedenti all’incidente. Non ho ricordi di quell’incidente".

141 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views