Opinioni
22 Luglio 2018
22:07

Perugia, detenuto in regime di semilibertà evade dal carcere: ricerche in tutta la zona

Un uomo di origini nordafricane detenuto nel carcere di Perugia per spaccio di droga in regime di semilibertà ha fatto improvvisamente perdere le sue tracce e i sindacati della polizia penitenziaria denunciano il tentativo di evasione, specificando che l’uomo sarebbe monitorato per “radicalismo islamico”.
A cura di Charlotte Matteini

Stava scontando una condanna per spaccio di droga e attualmente era detenuto in regime di semilibertà presso il carcere di Perugia Capanne, ma quest'oggi ha fatto improvvisamente perdere le sue tracce. A denunicare la scomparsa del 32enne di origine nordafricana evaso dalla casa circondariale di Perugia sono i sindacati della polizia penitenziaria Osapp e Sappe, i quali riferiscono che l'uomo era detenuto per spaccio di droga ma era anche monitorato per "radicalismo islamico" e aveva un provvedimento di espulsione dall'Italia pendente.

"Tecnicamente si tratta di evasione, e questo non può che avere per lui gravi ripercussioni se non si costituisce al più presto", spiega Fabrizio Bonino, segretario nazionale per l’Umbria del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria. "La condotta del detenuto è un evento irresponsabile e gravissimo, per il quale sono già in corso le operazioni di polizia dei nostri Agenti della Penitenziaria finalizzare a catturare l’evaso. Ma certo va fatta chiarezza sulla vicenda in sé, sulla mancata espulsione dell’Italia e sul fatto che un detenuto monitorato per radicalismo islamico fruisca di benefici penitenziari che gli consentono di uscire dal carcere", conclude Bonino.

Al momento non sono state rese note né le generalità dell'uomo evaso né è stata diramata alcuna foto segnaletica. Gli agenti proseguono con le indagini nel tentativo di rintracciarlo sul territorio e al momento le ricerche si stanno concentrando nella zona del perugino e dell'Umbria ma non è escluso che possano estendersi in seguito ad altre città e regioni.

Milanese, classe 1987, da sempre appassionata di politica. Il mio morboso interesse per la materia affonda le sue radici nel lontano 1993, in piena Tangentopoli, grazie a (o per colpa di) mio padre, che al posto di farmi vedere i cartoni animati, mi iniziò al magico mondo delle meraviglie costringendomi a seguire estenuanti maratone politiche. Dopo un'adolescenza turbolenta da pasionaria di sinistra, a 19 anni circa ho cominciato a mettere in discussione le mie idee e con il tempo sono diventata una liberale, liberista e libertaria convinta.
Evade da un autobus di detenuti e uccide intera famiglia, inclusi 4 bimbi: chi era Gonzalo Lopez
Evade da un autobus di detenuti e uccide intera famiglia, inclusi 4 bimbi: chi era Gonzalo Lopez
Siani a Fanpage.it:
Siani a Fanpage.it: "Madri con figli piccoli non devono andare in carcere, bambini segnati a vita"
Carceri affollate, 3.792 detenuti scontano pena sotto i 2 anni: la Relazione del Garante
Carceri affollate, 3.792 detenuti scontano pena sotto i 2 anni: la Relazione del Garante
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni