Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Una donna è in coma in prognosi riservata nell'area critica del pronto soccorso dell'ospedale Civico di Palermo. È arrivata in ospedale nella tarda serata di ieri in condizioni molto gravi. Si tratta di una quarantenne originaria di Pavia ma da tempo residente a Caccamo, un comune del palermitano. Secondo quanto si apprende, la donna è arrivata domenica sera in ospedale a Palermo con lesioni e ferite al capo, alle braccia e al torace e inoltre i medici che l'hanno stabilizzata hanno riscontrato una grave emorragia cerebrale dovuta a colpi ricevuti in testa. Ferite gravissime che hanno spinto il responsabile del pronto soccorso di Palermo Massimo Geraci ad avvisare subito le forze dell'ordine.

Sul caso indaga la procura di Termini Imerese, ascoltato il compagno – Immediate sono scattate le indagini sul caso della procura di Termini Imerese e dei carabinieri che hanno ascoltato per tutta la notte il compagno della paziente. L'uomo avrebbe sostenuto che la compagna sarebbe caduta per terra nella loro abitazione di Caccamo, ma a quanto si apprende le ferite e i lividi sul volto sarebbero incompatibili con una caduta.

La posizione del compagno al vaglio degli inquirenti – Gli investigatori avrebbero pochi dubbi: la quarantenne che attualmente sta lottando in ospedale tra la vita e la morte sarebbe stata vittima di un violento pestaggio. La posizione del compagno sarebbe attualmente al vaglio degli inquirenti. Le prossime ore saranno decisive per la donna che, secondo la ricostruzione dei media locali, lavora insieme al compagno come badante di un anziano che vive nel comune palermitano.