“Ho ucciso mia moglie, ho ucciso le mie figlie. Ora mi uccido. Lascio la porta aperta”: è quanto Ciro Curcelli ha detto ai carabinieri in una telefonata effettuata dopo aver sterminato questa notte la sua famiglia a Orta Nova, in provincia di Foggia, e prima di usare contro se stesso, per l’ultima volta, la sua pistola di ordinanza. L'assistente capo della polizia penitenziaria, cinquantatré anni, nella notte ha ucciso la moglie Teresa, le figlie Miriana e Valentina, e poi si è suicidato. Della famiglia Curcelli si è salvato soltanto l’altro figlio, il ventiseienne Antonio, che vive a lavora a Ravenna. Per compiere la strage familiare Curcelli ha utilizzato la sua pistola di ordinanza, una calibro 9. Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto, ancora al vaglio degli investigatori dell'Arma, l’agente di polizia penitenziaria avrebbe ucciso prima la moglie, poi sarebbe andato nella camera delle figlie di dodici e diciotto anni sparando a entrambe mentre erano a letto. A quel punto ha chiamato i carabinieri confessando l'accaduto e annunciando che si stava per uccidere. Ai carabinieri ha detto appunto che avrebbe lasciato “la porta aperta”. Dopo la telefonata si è disteso sul letto accanto alla moglie già morta e si è sparato un colpo alla tempia. Quando sul posto sono arrivati i soccorsi, l'uomo era ancora vivo ma è morto durante il tragitto per l'ospedale.

I messaggi di cordoglio sotto l'ultima foto di Valentina su Instagram – A casa i carabinieri non hanno ritrovato biglietti o altre indicazioni che spieghino le ragioni dell'accaduto. Alcune persone ascoltate dopo il triplice omicidio e suicidio hanno parlato di una famiglia normale, di brave persone. Il fidanzato di Valentina  ha detto che mai la diciottenne aveva detto qualcosa su eventuali problemi familiari. "Che sei forte e fragile senza paura tu resta la stessa, la stessa di sempre", aveva scritto solo pochi giorni fa la ragazza sul suo account Instagram: tanti i ricordi apparsi in queste ore sotto al post. "Ti ricorderemo sempre col sorriso. Arrivederci Vale", ha scritto un amico. Il sindaco di Orta Nova ha fatto sapere che nel giorno dei funerali verrà istituito il lutto cittadino.