Ha provato a difendersi con tutte le sue forze Tina Boero, l'80enne di Rocchetta Nervina, in provincia di Imperia, uccisa dal marito Fulvio Sartori, 81 anni, insieme al loro cane, lunedì scorso. È quanto emerge dall'autopsia effettuata sul corpo dell'anziana, sgozzata nella loro abitazione dal coniuge che è stato successivamente arrestato con l'accusa di omicidio volontario. Stando ai risultati dell'esame sul cadavere, effettuato oggi dal medico legale Francesca Fossati, la donna si sarebbe accorta dell'aggressione e avrebbe cercato di parare la coltellata, tanto che ha riportato alcune ferite alle mani, ma non è riuscita a evitare che il marito la colpisse mortalmente.

Secondo i carabinieri di Ventimiglia, che sono intervenuti lunedì sul posto e stanno cercando di ricostruire l'esatta dinamica del delitto, sembra che marito e moglie avessero avuto un acceso litigio nella serata di domenica ma prima di andare a letto. L'81enne però durante le prime ore di oggi si sarebbe svegliato con l'intenzione di uccidere la moglie: intorno alle 4.30 del mattino avrebbe afferrato un coltello e avrebbe sgozzato prima la consorte, sorprendendola a letto nel sonno, e poi il cane. Infine pare che l'uomo, dopo il delitto, si sia rimesso a dormire accanto al corpo martoriato dell'ottantenne.

Per Sartori oggi è stata disposta la custodia cautelare in carcere a Sanremo dal gip Massimiliano Botti, detenzione che inizierà quando sarà dimesso dall'ospedale di Imperia dove è piantonato dai militari dell’Arma e dov'è stato ricoverato dopo il tentato suicidio avvenuto la stessa notte del delitto, che al momento resta ancora senza un movente. Nella casa dei due, gli inquirenti hanno trovato altri coltelli: le indagini proseguono per capire se l’uomo ne ha utilizzato uno solo o anche altri.