49 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Graffiata dal gatto viene trovata morta in casa dal marito: “Curata per artrosi”

Trovata morta in casa dal marito, le prime evidenze dell’autopsia sul corpo della 68enne di Santarcangelo, in provincia di Rimini, hanno stabilito che la causa del decesso è un’infezione batterica non diagnosticata. Potrebbe essere stata causata da un morso di un gatto randagio.
A cura di Biagio Chiariello
49 CONDIVISIONI
Immagine

Potrebbe essere stato il graffio di un gatto randagio a causare quell'infezione (non diagnosticata) che il 13 settembre 2023 ha portato alla morte di una donna di 68 anni residente a Santarcangelo di Romagna, in provincia di Rimini.

La Procura locale ha aperto un fascicolo, al momento a carico di ignoti, per omicidio colposo da responsabilità medica. L’esposto è stato presentato dai familiari della vittima. L'obiettivo è fare chiarezza sulle cause del decesso ed accertare eventuali responsabili.

Sono diversi infatti gli aspetti da chiarire nella vicenda: la 68enne si era presentata in varie occasioni al pronto soccorso per un dolore alla spalla che, secondo quanto sostengono i parenti, era stato scambiato come una artrosi.

Secondo la stampa locale, tutto inizia il 9 settembre con un costante e forte dolore che le impedisce anche solo di muovere il braccio. La donna chiama il 118 e viene portata pronto soccorso di Rimini. I medici diagnosticano una "importante artrosi" e le prescrivono una terapia a base di cortisone. Ma nel giorno delle successive 48 ore la situazione non migliora tanto da costringere la signora al ritorno in ospedale.

Gli specialisti continuano a propendere per l'artrosi e le suggeriscono una visita da un ortopedico. La paziente segue le indicazioni e, oltre che dal professionista, si sottopone da un ulteriore controllo col medico di famiglia. Per quest'ultimo è necessario il ricovero, ma l'ortopedico le prescrive invece altri esami strumentali. Il giorno dopo la donna muore in casa, a trovarla è il marito.

Ora si attendono i risultati ufficiali dell'autopsia, anche se i primi accertamenti hanno fatto emergere un'infezione batterica nata proprio dalla spalla. E nel corso delle indagini la stessa figlia della 68enne ha avanzato l'ipotesi per cui a uccidere la mamma sarebbe stato il morso – o graffio – di un animale: forse un gatto randagio, che qualche giorno prima dell'insorgere di quei dolori, la signora avrebbe trovato in campagna e dal quale appunto era stata graffiata mentre l'accarezzava.

49 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views