107 CONDIVISIONI

Motrice urta il treno in manovra, 19 contusi e feriti a Messina e 3 ore di ritardo: “Aggancio brusco”

Secondo Rfi si è trattato di un “aggancio brusco” da parte del locomotore all’Intercity notte in fase di manovra prima dell’imbarco sul traghetto diretto a Roma Termini.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Antonio Palma
107 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Diciannove passeggeri sono rimasti contusi e feriti nelle scorse ore alla stazione ferroviaria di Messina a causa di un incidente ferroviario tra una motrice in manovra e un convoglio fermo in attesa di essere imbarcato sul traghetto verso la Calabria. L’episodio nella notte tra sabato 25 e domenica 26 novembre alla stazione centrale di Messina. Ad essere interessato il treno intercity notte 1960 diretto a Roma Termini.

Il treno, originariamente in partenza da Siracusa alle 21.45 di sabato, era stato già cancellato in tutto il tratto siciliano con partenza spostata proprio a Messina Centrale. L’orario previsto segnalava la partenza a mezzanotte e mezza verso Messina Marittima per l’imbarco ma qualcosa è andato storto. Il fatto è avvenuto intorno alle 2.I passeggeri a bordo, circa un centinaio in tutto, hanno sentito un botto che ha fatto sobbalzare le cabine e alcuni sono stati scaraventati a terra per il contraccolpo.

In tutto una ventina di persone sono rimaste contuse o ferite in maniera non grave tra cui due che sono stati portati in ospedale per le cure del caso, come spiega Messina Today. Dopo piccole medicazioni, infatti, quasi tutti hanno proseguito regolarmente il viaggio, mentre due si sono fatti refertare in ospedale ma senza gravi conseguenze.

Secondo Rfi si è trattato di un "aggancio brusco" da parte del locomotore all'Intercity in fase di manovra prima dell’imbarco sul traghetto. Un incidente che ha richiesto l’intervento di alcuni equipaggi del 118 e della polizia ferroviaria per gli accertamenti del caso.

Il treno è ripartito solo dopo il via libera e con oltre tre ore di ritardo. Da Messina centrale si è mosso solo alle 3.45 per imbarcarsi alla stazione marittima alle 4 circa e proseguire il viaggio verso la Capitale dopo lo sbarco a Villa San Giovanni. A Roma termini il treno è arrivato con 180 minuti di ritardo, alle ore 11.50 di domenica.

Le linee ferroviarie siciliane hanno dovuto affrontare grossi problemi ieri pomeriggio a causa dei danni causati dal maltempo che ha imperversato sull’Isola. Sulla linea Messina – Catania – Siracusa la circolazione ferroviaria è stata sospesa tra Fiumefreddo e Taormina per gran parte del pomeriggio di sabato con rallentamenti sia per Intercity che per treni regionali, oltre che limitazioni e cancellazioni.

Il fatto è avvenuto intorno alle 2 durante le operazioni d'imbarco dell'ICN 1960. A bordo – secondo le informazioni di Rfi – un centinaio di viaggiatori, diciannove dei quali hanno riportato contusioni e si sono fatti visitare dal personale del 118, intervenuto su richiesta della Polfer. Di questi diciannove in 17 hanno proseguito regolarmente il viaggio, mentre altri due si sono fatti refertare in ospedale, ma senza gravi conseguenze.

107 CONDIVISIONI
Paura su volo American Airlines, "atterraggio brusco" dopo ritardo: 6 feriti tra passeggeri ed equipaggio
Paura su volo American Airlines, "atterraggio brusco" dopo ritardo: 6 feriti tra passeggeri ed equipaggio
Preside picchiato dal papà di un'alunna a Taranto, i colleghi: "Siamo abbandonati, sminuiti e indifesi"
Preside picchiato dal papà di un'alunna a Taranto, i colleghi: "Siamo abbandonati, sminuiti e indifesi"
Cade da cavallo durante una corsa, morto il fantino 36enne Dominik Pastuszka: era in coma da giorni
Cade da cavallo durante una corsa, morto il fantino 36enne Dominik Pastuszka: era in coma da giorni
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni