E' morto oggi all'età di 70 anni a Modena, la sua città natale, il produttore cinematografico e teatrale Paolo Guerra: l'uomo, nato il 26 dicembre del 1949, è stato stroncato da una breve e fulminante malattia. Modenese, Guerra si è laureato nel 1976 in Economia e Commercio. Fin da giovanissimo si è interessato di musica dal vivo, sia come esecutore pur non professionista, che come coordinatore di iniziative, collaborando con uno degli enti allora più attivi, l'ARCI. Nel 1981, insieme ad altri operatori dello spettacolo tra cui Emanuela Rossi, ha fondato a Modena la Agidi, management autonomo, attivo sul mercato, con l'obiettivo di produrre e distribuire spettacoli propri mantenendo comunque i rapporti con l'ambito pubblico.

Guerra ha iniziato l'attività di produttore cinematografico nel 1997 con il primo, fortunato film scritto e diretto da Aldo Giovanni e Giacomo con Massimo Venier: Tre uomini e una gamba si rivelerà il caso cinematografico di quegli anni, con oltre 45 miliardi di lire di incasso e la candidatura ai David di Donatello come miglior opera prima. L'attività di produzione filmica con il trio è continuata negli anni seguenti: nel 2008 è uscito "Il cosmo sul comò"; nel 2010 "La banda dei Babbi Natale", premiato col biglietto d'oro dell'Associazione Nazionale Esercenti Cinema; nel 2014 "Il ricco, il povero e il maggiordomo", il film più visto delle festività natalizie, e, nel 2016, "Fuga da Reuma Park", quasi una riflessione sul trascorrere del tempo anche per chi lavora sulla comicità. Nel 2018 Guerra produce "Scappo a casa", interpretato da Aldo Baglio (affiancato dal francese Jacky Ido) per un suo progetto personale, film in parte girato all'estero e ricco di temi attuali, mentre è attualmente in sala la nuova opera del "trio": "Odio l'estate" (uscita 30 gennaio 2020).