808 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Morto a 17 anni dopo essere stato colpito da un fulmine, oggi i funerali di Giuseppe: “Casualità crudele”

Si sono tenuti a Santeramo in Colle, nel Barese, i funerali di Giuseppe, il ragazzo di 17 anni morto tragicamente nel pomeriggio di sabato 18 maggio, dopo essere stato colpito da un fulmine mentre era in campagna con il padre a occuparsi di un gregge. Le esequie sono iniziate alle ore 10 della mattina di oggi, lunedì 20 maggio, nella chiesa del Sacro Cuore.
A cura di Eleonora Panseri
808 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Si sono tenuti a Santeramo, in provincia di Bari, i funerali di Giuseppe, il ragazzo di 17 anni morto tragicamente nel pomeriggio di sabato 18 maggio, dopo essere stato colpito da un fulmine mentre era in campagna con il padre a occuparsi di un gregge.

Le esequie sono iniziate alle ore 10 della mattina di oggi, lunedì 20 maggio, nella chiesa del Sacro Cuore. Il Comune ha proclamato il lutto cittadino e invitato "tutti i cittadini, le Istituzioni pubbliche, le organizzazioni sociali, culturali ed i titolari di attività di ogni genere a manifestare il proprio cordoglio nelle forme ritenute più opportune, e ad osservare, alle ore 10 (ora di inizio del funerale), un minuto di raccoglimento".

A causare la tragedia potrebbe essere stato l'ombrello che il ragazzo, impegnato a governare il bestiame insieme al genitore, avrebbe aperto per ripararsi. All'ultimo saluto in chiesa erano presenti anche tutti i calciatori del Santeramo, compagni di squadra del ragazzo che sognava di diventare un campione.

L'Asd Santeramo ha ricordato Giuseppe anche sui social. "Ogni domenica ti toccava correre e scontrarti con gli avversari, il calcio la tua passione, il  silenzio un tuo pregio mai un lamento mai una parola fuori posto, e pure eri quello che più le prendeva, e noi a gioire della tua forza. Ci è voluto un fulmine arrivato dal cielo a fermarti, quel cielo che da domani sarà il tuo campo da gioco, la tua terra, la tua casa lontano da noi fisicamente ma sempre presente nei nostri cuori".

Nella giornata di oggi hanno osservato un minuto di silenzio anche gli studenti dell'istituto Nervi-Galilei di Altamura, la scuola che l'adolescente frequentava, come riporta anche Bari Today. "Una casualità crudele lo ha portato via alla sua famiglia e a noi. Lo ha portato via alla pienezza dei suoi giovani anni colmi di spensieratezza e di futuro", si legge in un comunicato della dirigente scolastica, Antonella Sarpi, pubblicata sulla pagina Facebook dell'itsituto.

"Noi non abbiamo parole che consolano. Noi non le cerchiamo parole che consolano. Noi ci uniamo dolenti nel suo ricordo, quasi a trattenerlo ancora un po' a scuola con noi, prima del suo andare, lunedì 20 maggio alle ore 10.30 con un minuto di silenzio", si conclude la nota. Al termine della funzione e all'uscita del feretro c'è stato un lungo applauso commosso ed è stato appeso uno striscione per ricordare il 17enne, come riporta Rai News.

808 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views