249 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Morto a 17 anni dopo essere stato colpito da un fulmine: “Si era rialzato, poi l’arresto cardiaco”

È in lutto la comunità di Santeramo in Colle, nel Barese, dove ieri un ragazzo di 17 anni è morto dopo essere stato colpito da un fulmine mentre si trovava in campagna col papà: “Vivrai sempre nei nostri cuori”.
A cura di Ida Artiaco
249 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

È sotto choc la comunità di Santeramo in Colle, nel Barese, per la morte di Giuseppe. Il ragazzo è deceduto a soli 17 anni dopo essere stato colpito da un fulmine mentre si trovava in campagna. Il giovane era insieme al papà ed era impegnato in una attività di pascolo quando sono stati sorpresi da un violento temporale. A quel punto, è stato raggiungo da una potente scarica elettrica.

Secondo una prima ricostruzione, il 17enne, dopo essere stato colpito dal fulmine, sarebbe anche riuscito ad alzarsi dopo essere finito sul terreno, ma sarebbe morto poco dopo a causa di un arresto cardiaco. Tanto è vero che quando i sanitari del 118 sono giunti sul posto non hanno potuto far altro che dichiararne il decesso. Presenti anche i carabinieri della compagnia locale, che hanno avviato indagini per cercare di ricostruire l'esatta dinamica di quanto successo.

Secondo quanto emerso fino a questo momento dagli accertamenti, Giuseppe aveva un ombrello per ripararsi dalla pioggia quando è stato colpito dalla scarica elettrica, ma non è chiaro se questo possa aver contribuito ad attirare il fulmine.

Tanti i messaggi di cordoglio per il giovane. Tra questi quella scuola, l'istituto tecnico tecnologico Nervi Galilei di Altamura, che sui social ha scritto: "La nostra comunità scolastica è profondamente scossa a seguito di un tragico incidente occorso, nel pomeriggio odierno, a Santeramo, a un nostro alunno". Nel messaggio c'è anche un'immagine del ragazzo mentre gioca a calcio.

E poi ancora: "Una tragedia che colpisce un’intera comunità. Esprimo il mio cordoglio e la mia vicinanza alla famiglia. Quando perde la vita un giovane sentiamo tutti un profondo senso di smarrimento e la percezione di un destino ingiusto. Un ragazzo splendido, dedito a famiglia, scuola e sport. Che la terra ti sia lieve", ha scritto su Facebook la candidata sindaco Teresa Paradiso.

249 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views