Sara un fine settima caratterizzato da un diffuso maltempo quello che si apprestano a vivere gli italiani nelle prossime ore. Una nova perturbazione proveniente da nord, accompagnata da aria decisamente più fredda, infatti porterà un deciso calo termico sulla Penisola con conseguenti piogge e nevicate fino a quote di 700-800 metri sulle Alpi. Il maltempo inizierà a mostrare i suoi effetti già dalla giornata di venerdì, colpendo sopratutto il centro sud. Col passare delle ore però il tempo dal punto di vista meteorologico si caratterizzerà da un clima di stampo decisamente invernale anche al Nord con l’arrivo di una massa di aria fredda di origine artica che porterà a nottate rigide con valori anche sotto lo zero e gelate anche in pianura. Sarà solo il preludio di una settimana caratterizzata dal freddo e dalla pioggia diffusa.

Per la giornata di venerdì dunque avremo ancora tempo generalmente soleggiato al Nordovest e sulla Sardegna mentre la nuvolosità sarà maggiore altrove con qualche pioggia sul nord est e cattivo tempo soprattutto sul Centro e il Sud, compresa la Sicilia. Nevicate sono attese sull’Appennino Centrale oltre i 1000-1400 metri  e sulle Alpi Orientali oltre i 500 metri. Le temperature minime saranno in calo al Nord e in crescita invece in gran parte del Centro-Sud per effetto delle correnti più miti  sud occidentali dovute a un vortice di bassa pressione.

Per la giornata di sabato, invece, le previsioni meteo indicano  un nuvolosità sempre crescente e diffusa su quasi tutto il Paese con conseguenti piogge e nevicate in quota. Le piogge bagneranno in maniera particolare ancora il centro sud, anche se non si registreranno mai fenomeni intensi, mentre non mancheranno a livello locale temporanei miglioramenti sulle pianure del nord Italia. Le temperature invece saranno ovunque in diminuzione.