Un atterraggio non previsto a Bologna per fare in modo che un passeggero ferito potesse essere curato e due ore di ritardo per raggiungere la destinazione prevista. È la disavventura vissuta dai 110 passeggeri del volo Volotea Venezia-Cagliari.
L'aereo sarebbe dovuto atterrare nello scalo sardo alle 21 ma è arrivato solo dopo le 23. Durante il volo una forte turbolenza causata dal maltempo ha coinvolto il velivolo: uno dei passeggeri era in bagno al momento degli ‘scossoni' ed ha battuto la testa, ferendosi.

Il comandante ha quindi avvertito che avrebbe dovuto fare uno scalo imprevisto a Bologna per sbarcare l'infortunato. "Abbiamo ‘ballato' parecchio – racconta all'ANSA uno dei passeggeri – poi ci siamo accorti che qualcuno si era fatto male. Pochi istanti dall'altoparlante ci hanno avvertito che l'aereo doveva atterrare dell'arrivo a Cagliari per consentire lo sbarco del ferito". Di qui la sosta imprevista a Bologna, poi il volo è ripartito alla volta del capoluogo sardo dove è arrivato con oltre due ore di ritardo.