Allerta nubifragi nel nord Italia. Il Centro funzionale monitoraggio rischi naturali della Regione Lombardia ha emesso un avviso di criticità arancione (moderata) per temporali forti e gialla (ordinaria) per rischio idrogeologico a partire dalle ore 23 di oggi, giovedì 27 agosto, e fino a domani, venerdì 28 agosto. Allerta gialla, che indica "criticità ordinaria" per fulmini, caduta di alberi, allagamenti e frane locali in Piemonte con rischio più alto Vco e Novara dove sono previste grandinate da domani a domenica. I primi rovesci dovrebbero riguardare l'area del lago Maggiore. In tutta la regione è previsto un netto calo delle temperature, con massime a 27-28 gradi. Allerta anche in Veneto, dove da domani domani sono annunciati possibili rovesci e temporali sparsi. Il Centro funzionale decentrato della Protezione civile del Veneto, infatti, ha diramato un avviso di criticità valido su tutto il territorio regionale, a partire dal mezzogiorno di domani e fino alle prime ore di sabato 29, per possibili problemi alla rete idrografica e al sistema fognario.  Tra sabato e domenica sono previste condizioni di tempo in prevalenza instabile, con la possibilità di rovesci e temporali. Nel caso di forti temporali l'allerta è estesa sul fronte geologico per eventuali colate nell'area dolomitica (in particolare per la frana di Borca), nella fascia Pedemontana e in quella dell'Adige, del Garda e dei Monti Lessini.

Previsioni meteo domani 28 agosto

Italia divisa a metà dal tempo. Secondo le previsioni di domani, venerdì 28 agosto, sono in arrivo nubi e pioggia sulle regioni settentrionali, in particolare su Lombardia e Trentino Alto Adige, mentre l'altra metà dello stivale, dal centro al sud, continua a godersi il sole di agosto, con temperature che si attesteranno sui 30 gradi centigradi.

Maltempo, l'allerta meteo della Protezione civile

Per la giornata di domani, venerdì 28 agosto 2020:

Moderata criticità per rischio idraulico, allerta arancione

Trentino Alto Adige: Provincia Autonoma di Bolzano;

Moderata criticità per rischio temporaliallerta arancione

Lombardia: Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche, Laghi e Prealpi Varesine, Valchiavenna, Laghi e Prealpi orientali, Nodo idraulico di Milano, Pianura centrale, Alta pianura orientale;

Moderata criticità per rischio idrogeologicoallerta arancione

Trentino Alto Adige: Provincia Autonoma di Bolzano;

Ordinaria criticità per rischio temporali, allerta gialla

Friuli Venezia Giulia: Bacino di Levante / Carso, Bacino montano del Tagliamento e del Torre, Bacino dell'Isonzo e Pianura di Udine e Gorizia, Bacino del Livenza e del Lemene;
Lombardia: Bassa pianura occidentale, Media-bassa Valtellina, Valcamonica, Alta Valtellina, Bassa pianura orientale, Appennino pavese;
Piemonte: Valli Susa, Chisone, Pellice e Po, Valli Orco, Lanzo e Sangone, Val Sesia, Cervo e Chiusella, Toce, Pianura Cuneese, Pianura Torinese e Colline, Pianura settentrionale;
Trentino Alto Adige: Provincia Autonoma di Bolzano;
Veneto: Adige-Garda e monti Lessini, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Piave pedemontano, Livenza, Lemene e Tagliamento, Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige, Alto Piave.

Moderata criticità per rischio idrogeologico, allerta giallo

Friuli Venezia Giulia: Bacino montano del Tagliamento e del Torre, Bacino dell'Isonzo e Pianura di Udine e Gorizia, Bacino del Livenza e del Lemene;
Lombardia: Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche, Laghi e Prealpi Varesine, Valchiavenna, Nodo idraulico di Milano;
Piemonte: Pianura Torinese e Colline, Pianura settentrionale;