Stanno facendo il giro del web le immagini dell'aperitivo selvaggio in centro storico a Lucca nella serata di venerdì 8 gennaio. Musica e balli a Porta dei Borghi, senza alcun rispetto delle misure anti Covid. Assembramenti e tante, troppe mascherine abbassate. Centinaia i giovani presenti, con la musica sparata da una potente cassa portatile. Sarebbero stati gli stessi gestori dei locali adiacenti a chiamare le forze dell'ordine. E come spesso accade in questi casi, da Facebook alle chat di whatsapp, i filmati hanno cominciato a circolare. Le forze dell'ordine, in queste ore, stanno controllando le telecamere installate nella zona, per risalire alle persone, identificarle e procedere d'ufficio con le denunce. Già individuato un ragazzo, che si vede in alcuni video, che avrebbe portato in centro la cassa da cui partiva la musica.

Immagini che chiaramente sono arrivate anche al sindaco di Lucca Alessandro Tambellini. "Sono triste e amareggiato. Quei giovani ora devono mettersi in quarantena – dice il primo cittadino – Le forze dell’ordine erano sul posto ieri sera, compresi gli agenti della Polizia Municipale. Chi sostiene il contrario, come ho letto sui post o sui commenti di qualche consigliere di opposizione che non perde occasione per raccontare bugie, è in malafede o è non correttamente informato. Vista la quantità di persone presenti e la situazione nel suo complesso, le due pattuglie presenti fin dalle 19.30 (una di Polizia Municipale e una di Carabinieri) hanno valutato che un intervento immediato non avrebbe probabilmente consentito un'identificazione sicura dei trasgressori e, anzi, avrebbe rischiato di generare un problema di ordine pubblico".