11 Maggio 2022
20:49

L’orsa KJ2 uccisa “perché pericolosa”: assolto l’ex governatore trentino Ugo Rossi

L’ex presidente del Trentino Ugo Rossi è stato assolto nel processo che lo vedeva coinvolto per l’uccisione dell’orsa Kj2 avvenuta nel 2017.
A cura di Ilaria Quattrone
(immagine di repertorio)
(immagine di repertorio)

Ugo Rossi, ex governatore del Trentino e attuale consigliere provinciale, è stato assolto dal Tribunale di Trento relativamente al caso dell'orsa Kj2 che nel 2017 scorso è stata uccisa perché ritenuta "problematica e aggressiva". Ad aver dato l'ordine era stato proprio Rossi: l'orsa era stata abbattuta tra i boschi del Bondone in Trentino.

Per il Tribunale "il fatto non sussiste"

Secondo il Tribunale "il fatto non sussiste": oltre all'ex governatore, è stato anche assolto il dirigente provinciale e responsabile del Servizio foreste, Maurizio Zanin. All'epoca dei fatti, la decisione è stata presa perché l'orsa è stata ritenuta responsabile di due aggressioni: in particolare modo, sarebbe stata ritenuta autrice dell'aggressione del giugno 2015 avvenuta a Cadine dove era stato attaccato Vladimir Molinari e di un'altra avvenuta nel 2017 dove invece era stato aggredito Angelo Metlicovec. Dopo quelle due aggressioni, era stata emessa un'ordinanza: l'orsa fu quindi abbattuta dagli agenti del corpo forestale della Provincia autonoma di Trento che grazie ad alcune attività di "identificazione genetica" erano riuscite a catturarla.

L'ex presidente Ugo Rossi ha espresso la sua piena soddisfazione per la decisione emessa dal giudice Marco Tamburrino che durante il processo si è sempre detto sereno. Anche durante la requisitoria, era stato lo stesso pubblico ministero Marco Gallina a chiedere l'assoluzione. Lo stesso pm che già nel 2020 aveva chiesto l'archiviazione respinta invece dal gip. Delusione invece per le parti civili che rappresentavano alcune sigle ambientaliste e animaliste che invece chiedevano la condanna ritenendo che gli imputati non avevano trovato delle soluzioni alternative all'abbattimento.

Il giallo dei due cacciatori morti in Trentino, “identificato
Il giallo dei due cacciatori morti in Trentino, “identificato" il proiettile che ha ucciso Lucietti
Meredith Kercher, l'ex pm che indagò sul caso:
Meredith Kercher, l'ex pm che indagò sul caso: "Amanda Knox voleva aiutare, non è stata capita"
Uccisa con il compagno dall'ex marito: “Vera aveva denunciato le violenze, ma hanno minimizzato”
Uccisa con il compagno dall'ex marito: “Vera aveva denunciato le violenze, ma hanno minimizzato”
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni