1.697 CONDIVISIONI
Opinioni
4 Gennaio 2018
12:48

Lei è cieca, il marito poggia il capo sulla sua spalla. Il gesto d’amore a bordo di un tram

Lo scatto di Luca Colantoni mostra l’amore di una coppia non vedente fotografata a bordo di un tram a Lione. L’autore della foto: “Nel giro di pochi minuti sono spariti. Io sono rimasto a bordo e mi sono commosso”
A cura di Enrico Galletti
1.697 CONDIVISIONI

Lei cieca, con gli occhi chiusi e il capo appoggiato al finestrino del tram. Lui, con la testa  sulla sua spalla, che le tiene stretta la mano, le accarezza il viso e si prende cura di lei per tutta la durata del viaggio. Quel tram, nella loro vita, lo avranno preso centinaia di volte. L'amore, quello vero, che viaggia sui sedili di un mezzo pubblico, alle porte di Lione. La foto che sta facendo il giro del web è stata scattata da Luca Colantoni, un giornalista. La descrizione che accompagna il post non è eccessivamente lunga, ma prova a tracciare i contorni di una scena che punta dritto al cuore.

"Lui le stringe la mano e le accarezza il viso per tutti il viaggio. Prima di scendere le sussurra qualcosa all'orecchio e se ne vanno. Protagonisti due signori anziani che nel giro di poco tempo sono scesi dal mezzo, non senza lasciare il segno.

"Oggi in tram. Lei non vedente, lui anziano e curvo. Seduti. Lui le tiene stretta sempre la mano, non la molla mai – recita il post su Facebook -. Ogni tanto le accarezza il viso, appoggia la testa sulla sua spalla. Al momento di scendere l'abbraccia, le sussurra una cosa all'orecchio e, senza lasciarle mai la mano, si alzano e vanno. La quotidianità ti regala anche queste storie di pochi minuti. Storie delle quali non sappiamo tutti i risvolti, ma che in quel breve lasso di tempo ti fanno commuovere per la loro poesia, la loro bellezza, il loro romanticismo. L’amore in tutte le sue sfaccettature. Queste sono le cose per cui continuiamo a vivere".

Il post di Luca, pubblicato solo poche ore fa su Facebook, commuove. E a spiegarlo, a Fanpage.it, è lui. "Prendo quel tram ogni giorno – racconta -. E ieri, finito il mio turno da giornalista, stavo tornando a casa. Sono salito sul solito tram, il T1 di Lione. Mi sono seduto e, accanto a me, ho trovato la sorpresa di questi due signori che mi hanno subito colpito. La cura e l'amore con cui quell'uomo, anche lui cieco da un occhio, si prendeva cura di sua moglie, completamente non vedente, mi ha lasciato a bocca aperta. E non ho potuto fare a meno di fotografarli". Dopo tre fermate i due signori protagonisti dello scatto sono scesi dal mezzo. "Io – continua Luca – sono rimasto a bordo e mi sono commosso. Il signore ha aiutato la moglie a scendere dal tram con la stessa cura che aveva usato per farla salire. Ma prima che scendessero, lui le ha sussurrato qualcosa nell'orecchio". Per l'autore dello scatto, la conclusione è una. "In un mondo in cui tutti, sul tram, se ne stanno seduti con lo sguardo rivolto verso il proprio smartphone, riuscire a cogliere queste piccole grandi scene quotidiane non è banale. Anzi, imparare da queste storie permette di diventare grandi. In qualche modo, aiuta ancora a vivere".

1.697 CONDIVISIONI
Diciotto anni, liceale, cremonese convinto e appassionato di tecnologia. A dieci anni ho visto una videocamera e una bella giornalista. Mi ha sorriso, ci siamo guardati negli occhi e ho deciso che sarei diventato come lei. Non è vero. In realtà è successo tutto per caso. Ho un debole per le storie, belle o brutte. Le cerco, adoro raccontarle. Provo a scrivere perché è quello che riesco a fare meglio. Mi piace quando da una storia nasce un confronto. Credo nel giornalismo che si schiera vicino alla gente, e che i problemi delle persone prova a risolverli. Mi piace chi i giornalisti li chiama avvoltoi, in effetti mi piacerebbe volare. Ah, a sei anni a Babbo Natale ho chiesto un microfono. C'è rimasto male. Poi ha preso il piccolo chimico, l'ha imballato e l'ha spedito per il reso. enricogalletti7@gmail.com
Migranti salvati a Isola Capo Rizzuto, il poliziotto: “Erano disperati, ricorderò sempre quella bimba”
Migranti salvati a Isola Capo Rizzuto, il poliziotto: “Erano disperati, ricorderò sempre quella bimba”
Dopo un viaggio lungo 3 giorni, salvate 88 persone su una piccola barca alla deriva
Dopo un viaggio lungo 3 giorni, salvate 88 persone su una piccola barca alla deriva
37 di Viral News
Lancia una bevanda contro un'auto, donna al volante colpita dal "karma istantaneo"
Lancia una bevanda contro un'auto, donna al volante colpita dal "karma istantaneo"
72 di Viral News
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni