video suggerito
video suggerito

Come è morta la bambina di 5 anni dopo lo schianto della Freccia Tricolore a Torino

Secondo le prime ricostruzioni, dopo lo schianto della Freccia Tricolore all’aeroporto Caselle di Torino c’è stata un’esplosione, e le fiamme hanno investito un’auto in transito su cui viaggiava una famiglia: morta una bimba di 5 anni, ferito il fratellino di 12.
A cura di Annalisa Cangemi
4.112 CONDIVISIONI
La foto dell'auto è stata diffusa su Facebook dal bisettimanale di informazione 'Luna Nuova'
La foto dell'auto è stata diffusa su Facebook dal bisettimanale di informazione ‘Luna Nuova'

L'incidente avvenuto oggi nel Torinese è stato causato probabilmente da uno stormo di uccelli, che avrebbe ostacolato la fase del decollo della Freccia Tricolore "Pony 4" del capitano Oscar del Do', impattando con il velivolo. Una ‘Bird strike', questa una delle ipotesi più accreditate da fonti militari sullo schianto dell'aereo nella zona dell'aeroporto di Caselle, durante un'esercitazione, che ha portato alla morte di una bambina di 5 anni.

La piccola si trovava nell'auto con la famiglia, quando la vettura è stata investita dalle fiamme dell'aereo caduto. Il fratellino più piccolo, 12 anni (non 9 anni, come era stato detto in un primo momento) è ferito: ha riportato ustioni di secondo grado su circa il 15% del corpo. All'arrivo in ospedale era cosciente e ora è stato sedato. Dai primi accertamenti non avrebbe riportato lesioni importanti. Ora è ricoverato in rianimazione e la prognosi al momento è riservata. Feriti, ma non in pericolo di vita, i genitori dei due bambini: il papà ha 49 anni, ha ustioni sul 4% del corpo concentrate sul palmo della mano sinistra, 20 giorni la prognosi; la mamma ha 41 anni, ustioni sul 12-13% del corpo, concentrate sul braccio destro. La prognosi probabilmente sarà tra i 20 e i 40 giorni.

"Non è possibile al momento confermare le cause dell'incidente", ma "una delle ipotesi al vaglio, vista la dinamica dell'evento, è quella di un impatto del velivolo con un volatile (in gergo tecnico Bird strike) durante le primissime fasi del decollo", ha fatto sapere in una nota l'Aeronautica Militare. "La formazione – ha spiegato la Forza armata – era appena decollata per dirigersi su Vercelli, dove avrebbe dovuto eseguire una esibizione aerea, quando per motivi ancora da accertare il velivolo Pony 4 pilotato dal Maggiore Oscar Del Do' ha perso quota ed è precipitato al suolo. Il pilota, immediatamente prima dell'impatto, è riuscito ad eseguire la manovra di eiezione. Non è possibile al momento confermare le cause dell'incidente. Una delle ipotesi al vaglio, vista la dinamica dell'evento, è quella di un impatto del velivolo con un volatile (in gergo tecnico Bird strike) durante le primissime fasi del decollo".

"L'incendio sviluppatosi a seguito dell'impatto del velivolo al suolo ha purtroppo coinvolto un'autovettura in transito sulla perimetrale dell'aeroporto con quattro persone a bordo, causando il decesso di una bimba ed il ferimento degli altri tre occupanti del mezzo", conclude la nota dell'Aeronautica.

Il velivolo, un MB-339PAN, è esploso dunque poco dopo il decollo sulla pista di Caselle, e ha finito la sua lunga corsa contro un'auto in transito su una strada che delimita l'aeroporto. La macchina, sulla quale si trovavano un uomo e una donna e i loro due bambini di 5 e 12 anni, è stata sollevata e ribaltata dall'esplosione. I due genitori sono riusciti ad uscire con leggere ferite e ustioni portando in salvo il figlio più grande, 12 anni, ma, a quanto apprende l'Adnkronos, l'auto ha preso fuoco mentre cercavano di soccorrere la più piccola e per lei, 5 anni, non c'è stato nulla da fare. La vettura su cui viaggiava la famiglia è capovolta e completamente carbonizzata, e si trova adesso in un campo di mais nei pressi di San Francesco al Campo, nel Torinese. Le operazioni dell'Aeroporto di Torino sono soggette a ritardi indefiniti a causa dell'incidente.

"Una notizia sconcertante, che ci colpisce in maniera terribile", ha commentato sui social il sindaco di Torino e metropolitano Stefano Lo Russo. "Insieme al presidente della Regione Alberto Cirio – ha aggiunto il sindaco – mi sono recato immediatamente sul luogo dell'incidente".

"La tragedia avvenuta a Caselle in cui, a causa dello schianto di un aereo delle Frecce Tricolori, ha perso la vita una bambina di 5 anni lascia sgomenti", ha commentato il viceministro alle Infrastrutture e Trasporti, Galeazzo Bignami. "Stringendoci alla famiglia della giovane vittima – ha aggiunto – confidiamo venga fatta chiarezza su quanto avvenuto e opereremo perché quanto prima si comprenda appieno la dinamica di questa tragedia".

4.112 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views