Tragico incidente stradale nelle prime ore di oggi, mercoledì 27 settembre, lungo il raccordo autostradale RA 12, conosciuto anche Asse attrezzato o raccordo Chieti – Pescara, in Abruzzo. Un finanziere, in servizio proprio a Pescara, ha perso la vita dopo essere stato coinvolto in un spaventoso schianto in sella alla sua motocicletta. La vittima, Gianfranco Bellini, aveva 54 anni e pare si stesse recando proprio al lavoro al Comando di Pescara quando è avvenuta la tragedia. Il dramma si è consumato intorno alle 8.30 di oggi mentre il centauro stava percorrendo l'ultimo tratto della statale verso il capoluogo in sella alla sua Kawasaki. Per motivi tutti da accertare, all'altezza di un curvone, il finanziere ha perso il controllo del mezzo e ha sbandato vistosamente finendo contro il guardrail e poi contro un'auto che lo precedeva prima di cadere esanime sull'asfalto. Una carambola violentissima che non gli ha lasciato scampo.

Inutili per il finanziere i successivi soccorsi medici del 118, accorsi sul posto dopo una chiamata di emergenza da parte degli altri automobilisti di passaggio. Inutile il casco che indossava e che è andato comletamnete distrutto nell'impatto. I sanitari hanno provato a rianimare il 54enne ma purtroppo si sono dovuti arrendere e dichiararne il decesso sul posto. Per consentire i soccorsi la carreggiata in direzione Pescara è stata chiusa al traffico per diverso tempo con uscita obbligatoria  a Porta Nuova, all’altezza dello svincolo delle Torri Camuzzi. Inevitabili le ripercussioni sul traffico cittadino di Pescara dove sono state deviate le vetture che percorrevano l'Asse attrezzato.

Dolore tra colleghi e amici alla notizia della prematura scomparsa di Gianfranco Bellini. "Era un bambinone fantastico, lasci un vuoto incolmabile. Era una persona unica e speciale. Mancherà a tutti la Tua voce stentorea ed il Tuo sorriso aperto" scrivono i colleghi sui social. "Salutiamo un volontario, una persona affidabile, una guardia zoofila come poche, un uomo sempre pronto ad intervenire a favore degli animali" è il ricordo che invece hanno voluto lasciare dal  Rifugio per cani "Qua La Zampa" di Pescara al quale Gianfranco Bellini aveva sempre dato un mano. "Un supporto affidabile, un volontario come pochi, una guarda zoofila integerrima. Sempre attivo, sempre in prima linea, un cuore enorme e una vita dedicata agli animali di Pescara" hanno scritto invece dalla Lega del Cane Pescara, concludendo: "Abbracciamo la famiglia, i figli, la meravigliosa Maruska e tutti gli animaletti che ha lasciato, e se ce ne sarà bisogno ci occuperemo di aiutarli tutti".