Aveva un laccio di nylon stretto al collo, che ha finito quasi per decapitarla. Una cagnolina, sembrerebbe un pitbull marron, è stata quasi sfigurata dal cappio che qualche balordo le ha stretto attorno alla testa. Alla Clinica Veterinaria Duemari di Oristano un caso del genere affermano di non averlo mai visto: la faccia delle povera bestia si era talmente gonfiata da non sembrare nemmeno più un cane. I suoi salvatori hanno deciso di chiamarla amorevolmente Palla. La disavventura dell’animale è stata poi diffusa tramite il profilo Facebook dell’associazione l'incubo per questo cane sembra arrivato alla fine.

Ultimo ricovero da Terralba. Povera cagnetta forse tipo Pit Bull, ora non si capisce a chi assomigli.

Aveva un laccio di nylon stretto al collo che le aveva segato quasi la testa che si è enormemente gonfiata.

Recuperata perché rubava il mangime delle galline… abbiamo levato il laccio, praticamente decapitata".

Il responsabile della stessa clinica ha spiegato che Palla “sta benino, per quanto può un cane nelle sue condizioni e ha passato una notte serena – spiega nell'ultimo aggiornamento sulla pagina Fb -. Naturalmente non sappiamo come sia successo, magari le è stato messo un laccio da piccola e poi nella crescita si è stretto oppure si è stretto dopo non accidentalmente. Vista la gravità della ferita stimiamo che sia vecchia di mesi”.

Ora è già partita una gara di solidarietà tra utenti per sostenere economicamente le cure per Palla. E le richieste di informazioni sono state così numerose, che i titolari della pagina FB non sono ancora stati in grado di rispondere a tutti.