270 CONDIVISIONI
Covid 19
21 Marzo 2022
10:48

Green Pass al lavoro, cosa cambia dal 1 aprile per over 50 e quando verrà abolito

Dal prossimo 1° aprile, con la fine dello Stato d’emergenza, scompare l’obbligo di Super Green pass sui luoghi di lavoro. Dal 1° maggio il Green pass viene abolito dovunque.
A cura di Giacomo Andreoli
270 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Il nuovo decreto Covid cambia le regole sul Green pass: dal prossimo 1° aprile, con la fine dello stato d'emergenza, scompare l'obbligo di Super Green pass per i lavoratori over 50 e per chiunque utilizza i mezzi pubblici. La vaccinazione, dunque, non sarà più indispensabile e basterà il Green pass base, che si può ottenere anche con un tampone molecolare o rapido negativo. Dal 1° maggio, poi, la certificazione verde scompare definitivamente (assieme alle mascherina al chiuso). Non verrà dunque più richiesta in nessuno dei luoghi della vita pubblica e sociale, come è stato fatto dallo scorso settembre fino ad oggi.

Il calendario della fine delle restrizioni è dunque scandito e appare più rapido di quanto si pensava fino a qualche settimana fa. Ad imporre l'accelerazione è stato lo stesso premier Mario Draghi, che ha deciso assieme ai capi delegazione del governo e gli esperti del Comitato tecnico scientifico. Il testo del decreto, però, ancora non c'è: si attende infatti la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, con la fine dello Stato d'emergenza fissata per il prossimo 31 marzo e non soggetta più a rinnovi.

Green Pass sul lavoro per over 50, le nuove regole dal 1° aprile

Per i lavoratori over 50 si avvicina quindi la fine dell'obbligo di Super Green pass al lavoro. Significa che non dovranno più essere vaccinati. L'obbligo continua però a valere fino al prossimo 31 marzo. Senza la certificazione verde si rischia una multa dai 600 ai 1.500 euro, che può anche essere replicata, con la sanzione massima che arriva oggi a 3mila euro. Attenzione, però, tutti gli ultracinquantenni che non si saranno sottoposti ad alcuna dose entro il prossimo 15 giugno possono ricevere una multa automatica da 100 euro dall'Agenzia delle entrate. Queste sanzioni, tuttavia, sono in estremo ritardo per problemi burocratici e potrebbero arrivare anche a luglio.

Green Pass base resta obbligatorio per tutti i lavoratori

Per accedere ai luoghi di lavoro resterà obbligatorio fino al prossimo 30 aprile il Green pass base. Questo si ottiene o con la vaccinazione (anche dalla prima dose, ma con durata limitata, mentre è illimitata dopo la terza), o con la guarigione (con validità per sei mesi), o con tampone rapido/molecolare negativo (vale 48 ore nel primo caso e 72 nel secondo).

Quando verrà abolito il Green Pass sul lavoro

Dal 1° maggio verrà definitivamente abolito il Green pass sui luoghi di lavoro e in tutti gli altri posti in cui finora veniva chiesto (compresi treni e mezzi pubblici). Questo vale sia per la certificazione verde Super, che si ottiene con la vaccinazione, sia per quella base, che si può ottenere anche con un tampone negativo. Non servirà né vaccinarsi, né farsi il tampone, ma come detto rimane l'obbligo di immunizzazione per gli over 50 fino al 15 giugno.

270 CONDIVISIONI
31628 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni