Il posto più adatto per nascondere una pistola carica? Nella culla del figlioletto neonato secondo una coppia  di genitori, arrestata dai carabinieri di Foggia. Il papà è un trentasettenne del posto, disoccupato con precedenti di polizia, la mamma ha trentacinque anni ed è incensurata. Ora dovranno rispondere dell’accusa di detenzione abusiva di un'arma da fuoco clandestina. A quanto emerso, l’arma è stata trovata dai militari nel corso di un controllo: quella nascosta nella culla del piccolo era una pistola Beretta calibro 6,35 completa di caricatore contenente otto cartucce, con il numero di matricola punzonato. A seguito del controllo, il trentasettenne è stato arrestato e portato in carcere mentre la moglie incensurata ha ottenuto gli arresti domiciliari.

L’operazione dei Carabinieri nella provincia di Foggia – I due arresti rientrano nell'ambito di una operazione eseguita nei giorni scorsi dai carabinieri in tutta la provincia di Foggia. All’operazione durata oltre ventiquattro ore hanno partecipato in totale 320 militari impegnati in numerosi posti di controllo: sono stati controllati 304 veicoli e identificate 937 persone. Diversi sono stati gli arresti, oltre alla coppia con la pistola nella culla del figlio: a San Giovanni Rotondo è stato arrestato un operaio ventottenne con precedenti di polizia, attualmente sottoposto al regime degli arresti domiciliari per detenzione illegale di armi e stupefacenti, nuovamente sorpreso in possesso, ai fini di spaccio, di 63 grammi di marijuana e mezzo di cocaina. Altri arresti per droga a Cerignola, dove è finito in manette un pregiudicato di venticinque anni, e a Manfredonia, dove è stato fermato un cinquantenne.