Un adolescente finito nel mirino di una baby gang a Foggia è stato costretto a ricorrere alle cure dei medici. Si tratta di un quattordicenne che, a quanto ricostruito, è stato aggredito e colpito con un pugno al volto nel parco cittadino “Giardini Pantanella”, alla periferia della città pugliese. Dopo quel colpo al volto il ragazzo è finito al pronto soccorso dove i sanitari gli hanno medicato una ferita giudicandola guaribile in otto giorni. A colpirlo sarebbe stato un altro adolescente, fratello maggiore di uno dei componenti della baby gang che aveva iniziato a infastidirlo. A raccontare l'accaduto è la mamma della vittima che nelle prossime ore, insieme ad altri genitori, andrà in questura per sporgere denuncia.

La baby gang composta da bambini di 8 e 9 anni – Stando al racconto fornito dalla mamma del ragazzo, l’aggressione sarebbe andata in scena ieri sera, martedì 2 luglio. Il figlio e alcuni amichetti si stavano intrattenendo nel parco cittadino quando sarebbero stati avvicinati da un gruppetto di cinque bambini tra gli otto e i nove anni. Questi ultimi avrebbero iniziato a infastidire la vittima e i suoi amici, prima insultando le ragazzine della comitiva e poi sputando sui loro vestiti. Infine, il gruppetto avrebbe lanciato pietre sia contro la comitiva sia contro alcune donne sedute alle panchine. La mamma del quattordicenne ha detto che a colpire il figlio con il pugno sarebbe stato appunto il fratello maggiore di uno dei bambini del gruppetto. La mamma ha precisato anche che fortunatamente il ragazzo è riuscito a scansarsi venendo ferito solo di striscio. Sul posto, allertata da alcuni passanti, è intervenuta una volante della polizia; ma quando gli agenti sono arrivati della baby gang non vi era già più traccia. Non è la prima volta che episodi di bullismo si verificano in quel parco cittadino. Solo poche settimane fa un altro ragazzino di dodici anni sarebbe stato aggredito da un gruppetto di bulli.