Aggiornamento: Il cadavere di Salvatore D'Auria, scomparso dallo scorso 5 settembre, è stato ritrovato in un bosco nei pressi di Piazza Armerina.
Si propende per l'ipotesi suicidio.

"Mi aveva regalato un anello, facevo progetti per il futuro, non posso credere che se ne sia andato", sono le parole di Barbara, la compagna di Salvatore Giuseppe D’Auria, 52 anni, svanito nel nulla il 5 settembre scorso da Caltanissetta. "Quella mattina mi aveva mandato il suo solito messaggio del buongiorno  – spiega a ‘Giallo', Barbara – poi mi aveva scritto di nuovo alle 10 e 44. Diceva che era tutto a posto, anche se alla fine del messaggio aveva inviato un omino che corre. Gli avevo quindi chiesto se fosse di corsa e lui mi aveva risposto di sì. Intorno a mezzogiorno, dopo un altro scambio di battute all'improvviso ha smesso di rispondermi. Da quel momento il suo telefono risulta spento".

Sono stati i genitori quel giorno a denunciare la scomparsa di Salvatore. La madre ha rivelato che nell'ultimo periodo il 52enne le sarebbe parso ‘un po' depresso‘ e le aveva addirittura confidato di aver fatto ‘brutti pensieri'. L'ultima volta che è stato visto Salvatore indossava una maglietta, un giubbotto di jeans e un paio di pantaloni a ginocchio. Aveva con sé circa 200 euro e nessuna carta di credito. Chiunque lo avesse visto è stato invitato a contattare le forze dell'ordine. "Torna – è l'appello che rivolge a Salvatore la compagna, Barbara – qualsiasi cosa sia successa possiamo affrontarla insieme". Dopo la scomparsa una solo segnalazione è arrivata da Gela (Caltanissetta), dove una donna dice di aver avvistato il 52enne.