È stata una notte di sangue quella appena trascorsa sulle autostrade italiane. Gravissimo infatti il bilancio di morti e feriti causati da uno spaventoso incidente avvenuto nelle scorse ore lungo l'autostrada A13 Bologna-Padova. Nell'ennesima tragedia stradale distrutta una intera famiglia composta da padre, madre e figlioletta di appena cinque mesi. Si tratta di Daniele Minati, 32 anni, Anna Pierobon di 29 anni e della piccola Diletta .Nello stesso schianto altre cinque sono rimaste ferite. Il dramma si è consumato durante la notte tra venerdì e sabato nel tratto compreso tra le uscite di Bologna Interporto e Altedo, sempre nella città metropolitana di Bologna. Secondo le prime notizie, ad essere coinvolti sono stati un'auto, un camper e un pullman che avrebbero innescato una carambola spaventosa che si è rivelata fatale.

Le vittime sono due genitori di 32 e 29 anni e la neonata che viaggiavano su un camper e stavano probabilmente tornando verso casa, in provincia di Vicenza. Secondo una prima ricostruzione, tutti i veicoli coinvolti viaggiavano nella carreggiata in direzione Padova quando intorno alla mezzanotte, all'altezza del chilometro 15, il camper con la famiglia è stato tamponato da un'utilitaria e, dopo aver urtato il newjersey, si è ribaltato in mezzo alla carreggiata dove è stato nuovamente tamponato da un pullman che stava sopraggiungendo Una carambola mortale che ha distrutto il mezzo e non ha lasciato scampo alle tre vittime. Dopo l'allarme, sul posto in poco tempo sono accorsi gli uomini della polizia stradale, i vigili del fuoco e le ambulanze del 118 per le prima assistenza. Per la famiglia purtroppo non c'è stato nulla da fare, tutti sono stati dichiarati morti sul posto.

Schianto in A13: cinque feriti

Soccorsi e trasportati tra gli ospedali di Bologna e Bentivoglio invece i feriti ma nessuno di loro sarebbe in pericolo di vita. Il più grave, un 53enne, è stato condotto  in codice 2, quindi con media gravità, al Maggiore di Bologna, si tratta dell'autista del pullman. Sull'autobus  coinvolto viaggiava una comitiva di una cinquantina di ragazzi di Pordenone, tra i quali alcuni minorenni, che stava rientrando da una gita al Lucca Comics ma nessuno di loro sarebbe rimasto ferito gravemente. Sul luogo dell'incidente stradale anche il personale della Direzione 3 Tronco di Bologna di Autostrade per l'Italia per il ripristino della viabilità. Il traffico, rimasto bloccato per consentire i soccorsi, ora circola regolarmente su entrambe le corsie disponibili e non si registrano criticità.

Incidente A13: indagati conducenti di auto e pullman, entrambi feriti

Entrambi i conducenti degli altri due mezzi coinvolti son ora indagati dalla polizia per per omicidio stradale. Si tratta di un 19enne neopatentato  che era alla guida dell'utilitaria, una Ford Fiesta, che ha tamponato il camper, e del 53enne conducente del pullman. A entrambi la Polstrada di Altedo che ha eseguito i rilievi ha ritirato la patente in via cautelativa. I due, che sono tra i feriti dell'incidente, in ospedale sono stati sottoposti anche ai test per accertare l'eventuale assunzione di alcol o droga. Secondo una prima ricostruzione, l'incidente sarebbe stato innescato dal conducente della Fiesta che, per motivi da chiarire, ha tamponato il Fiat Ducato adibito a camper che lo precedeva prima di finire fuori strada. Il mezzo con la mialgia invece ha sbandato e dopo l'urto contro il newjersey si è capovolto in mezzo alla carreggiata ed è stato preso in pieno dal pullman.