292 CONDIVISIONI
9 Settembre 2022
15:41

Detersivo nello stomaco, forse avvelenato il figlio della commerciante uccisa dall’ex: è giallo

Mauro Risone, 41enne disabile e diabetico, è morto a luglio. È stato aperto un fascicolo per omicidio: l’uomo è stato ucciso da alcune ulcere provocate da sostanze caustiche.
A cura di Biagio Chiariello
292 CONDIVISIONI

La procura di Genova ha aperto un'indagine dopo la morte di Mauro Risone, il figlio disabile di 41 anni di Clara Ceccarelli, la commerciante di 69 anni massacrata un anno e mezzo fa nel suo negozio in pieno centro a Genova dall'ex Renato Scapusi, disoccupato di 60 anni condannato all'ergastolo.

Anche il figlio infatti potrebbe essere stato ucciso. Si indaga per omicidio. Disabile e con problemi pesanti di diabete, Risone è morto a metà luglio in circostanze poco chiare: era stato ricoverato il 3 luglio all'ospedale Galliera perché vomitava sangue.

Il 41enne a detta dell'autopsia sarebbe stato ucciso da una serie di ulcere, provocate per da sostanze caustiche. In sintesi, detersivo nello stomaco. Con qualcuno che forse lo ha sciolto nel cibo. Ora si si attende l'esito degli esami tossicologici.

Gli elementi di un giallo ci sono tutti: l'eredità è sicuramente uno dei potenziali moventi. Mauro possedeva cinque appartamenti tra Genova e Imperia e 130mila euro sul conto; l'altra ipotesi quella del bullismo: il 41enne potrebbe essere stato preso di mira da alcuni ragazzi e costretto a ingerire quelle sostanze corrosive.

Gli investigatori della squadra mobile, allertati dallo stesso Galliera, nelle scorse settimane hanno sentito la badante del nonno (presso cui viveva Risone) e la coppia che aveva la tutela legale del 41enne.

La madre era stata ammazzata a coltellate dentro il suo negozio, poco prima dell'orario di chiusura. Clara Ceccarelli aveva lasciato il compagno a causa dei problemi di ludopatia di lui. L'omicida Scapusi era fuggito ed era stato rintracciato dagli agenti delle volanti e della squadra mentre tentava di togliersi la vita. L'uomo è stato condannato all'ergastolo a gennaio.

292 CONDIVISIONI
È giallo sulla scomparsa di Daniel Anrig, l'ex capo delle Guardie svizzere
È giallo sulla scomparsa di Daniel Anrig, l'ex capo delle Guardie svizzere
Anastasia, fuggita col figlio dalla guerra in Ucraina e uccisa dall'ex: l'uomo arrestato mentre fuggiva
Anastasia, fuggita col figlio dalla guerra in Ucraina e uccisa dall'ex: l'uomo arrestato mentre fuggiva
Uccisa con il compagno dall'ex marito: “Vera aveva denunciato le violenze, ma hanno minimizzato”
Uccisa con il compagno dall'ex marito: “Vera aveva denunciato le violenze, ma hanno minimizzato”
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni