431 CONDIVISIONI
Coronavirus
15 Settembre 2021
08:13

Covid, per Bill Gates la fine della pandemia non è vicina: “Paesi poveri saranno ora i più colpiti”

“In un mondo globalizzato, in cui persone e beni si muovono costantemente attraversando i confini, per superare un’emergenza globale non basta che i paesi ricchi abbiano strumenti e risorse” ha spiegato Gates, aggiungendo: “La variante Delta si sta diffondendo anche nei Paesi che finora erano stati risparmiati e ogni infezione può generare nuove varianti che possono diffondersi poi in tutto il mondo”.
A cura di Antonio Palma
431 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

La fine dell’emergenza covid-19 non è affatto vicina perché se è vero che “Oltre un miliardo di persone sono state vaccinate, solo il 4% della popolazione africana ha ricevuto la prima dose di vaccino e questo rende complicato fermare questa pandemia”, a lanciare l’allarme è Bill Gates presentando il rapporto Goalkeepers 2021 redatto dalla fondazione benefica da lui creata con l'ex moglie Melinda. “Il Covid ha ucciso oltre 4 milioni di persone nel mondo ma ora la variante Delta si sta diffondendo anche nei Paesi che finora erano stati risparmiati e ogni infezione può generare nuove varianti che possono diffondersi poi in tutto il mondo” ha avvertito Gates, chiedendo ai paesi più ricchi di accelerare sul vaccino anche per i Paesi poveri.

I Paesi africani i più colpiti dalla coda della pandemia covid

“Fino a quando non è arrivata la variante Delta, per una serie di motivi, i paesi a basso reddito non avevano dovuto affrontare un’epidemia devastante come accaduto ai paesi più ricchi. Ora, però, nella maggior parte delle località africane i casi aumentano e si prevede che avranno molti decessi legati al covid. Quindi saranno proprio loro i più colpiti dalla coda della pandemia” ha spiegato il fondatore di Microsoft , aggiungendo: “Dobbiamo riconoscere che non siamo ancora alla fine del pandemia perché non siamo riusciti a far arrivare i vaccini ovunque avremmo dovuto".

"Non basta che i paesi ricchi abbiano strumenti e risorse"

"In un mondo globalizzato, in cui persone e beni si muovono costantemente attraversando i confini, non basta che i paesi ricchi siano gli unici a disporre di strumenti e risorse", per questo bisogna adottare l'approccio usato in passato contro malaria e polio attraverso "un uso ampio dei test e di un rapido ed efficace trattamento di immunizzazione" per spegnere definitivamente la pandemia di coronavirus.

"Non dobbiamo aspettare solo i vaccini a mRNA"

“Man mano che le forniture di vaccino arriveranno nei prossimi sei mesi, si spera di poter vaccinare molte più persone ma alcuni purtroppo stanno diventando schizzinosi sui vaccini anti covid e vedremo chi è disposto a prendere AstraZeneca o i vaccini cinesi” ha sottolineato Gates, concludendo “Se tutti vogliono aspettare solo i vaccini a mRNA la fine della pandemia si allontanerà ancora di più”.

431 CONDIVISIONI
27179 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni