3.837 CONDIVISIONI
Le notizie sul maltempo nelle Marche
16 Settembre 2022
10:50

Chi sono i morti e i dispersi dell’alluvione nelle Marche: tra loro anche bambini

I nomi delle prime quattro vittime di Pianello d’Ostra (Ancona), mentre sulle altre identità mancano conferme. Ci sono quattro dispersi: uno, di 8 anni, era scivolato via dalle braccia della mamma.
A cura di Biagio Chiariello
3.837 CONDIVISIONI

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Le notizie sul maltempo nelle Marche

Fernando Olivi, ultraottantenne, Diego Chiappetti di 52 anni, e padre e figlio Giuseppe Tisba, 65 anni, e Andrea Tisba di 25 anni sono le prime quattro vittime identificate dell'alluvione che ha colpito nella notte le Marche. Abitavano tutti a Pianello d'Ostra, in provincia di Ancona. Nella stessa cittadina anche una quinta vittima, un cittadino italiano di origine marocchina, identificato poi come Mohamed Enaji di 42 anni.

Ferdinando detto Nando
Ferdinando detto Nando

"Nel palazzo dell'ufficio postale ci sono stati due morti, padre e figlio. Poveretti…". Così Francesco Federiconi, direttore dell'ufficio postale del comune, nell'entroterra di Senigallia sconvolto dal maltempo. "È stato peggio dell'ultima volta – dice – Il ponte ha fatto da tappo e l'acqua si è alzata velocemente, entrando nelle case fino quasi al soffitto. Ora è tutto malta, le auto portate anche a 4-500 metri di distanza, ribaltate sulla carreggiata".

Diego Chiappetti di Ostra
Diego Chiappetti di Ostra

Tra le vittime accertate due donne. Una a Trecastelli, si tratta di Marialuisa Sereni, una donna di 72 anni trovata cadavere nel seminterrato nella frazione di Passo Ripe, e una Ostra Vetere: si tratta di Erina Febi, detta Rina, una donna di 77 anni annegata all'interno della sua abitazione in provincia di Ancona. Stamattina i vigili del fuoco hanno recuperato a Bettolelle, una frazione del comune di Senigallia, il corpo di Gino Petrolati, 89 anni, che è stato travolto dall'acqua mentre era a bordo della sua auto. Ci sono poi altre tre vittime, che al momento portano il bilancio a 10 morti.

Andrea Tisba
Andrea Tisba

Ma la drammatica nottata di maltempo ha fatto contare anche quattro dispersi, tra questi due sono bambini. Uno, di 8 anni, era scivolato via dalle braccia della mamma, poi salvata dai vigili del fuoco nei pressi di Ostra; e una ha 10 anni, e non si trova come sua madre. A Barbara, disperse la 17enne Noemi Bartolucci e sua madre Brunella Chiu, di 56 anni.  Il fratello di 21 anni si è salvato aggrappandosi a un albero. Sono stati travolti dalla furia dell'acqua intorno alle 21 di ieri mentre stavano cercando di lasciare l'abitazione a bordo di due auto. Nel comunicato ufficiale della prefettura si parla in totale di 4 dispersi ma, si aggiunge, alcuni di questi "potrebbero rientrare tra i soggetti in via di identificazione".

L'ondata di maltempo che ha colpito le Marche "non era prevista a questi livelli, non avevamo livelli di allarme. E l'esondazione del Misa, in particolare, "è stata repentina e improvvisa". Così l'assessore regionale alla Protezione civile Stefano Aguzzi. In alcune località, "non c'è stato tempo di intervenire, ci sono persone che magari erano in strada o sono uscite non rendendosi conto del pericolo".

Il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio è ora in viaggio dopo la bomba d'acqua. Al momento non piove più nella zona di Senigallia, ma proseguono incessanti le operazione di soccorso a persone in difficoltà dopo le forti piogge che hanno causato anche molte frane. L'assessore regionale alla Sanità Saltamartini: "Ci sono moltissime frane nell'entroterra di Senigallia, anche il più piccolo fosso in campagna, prosciugato dalla siccità, quando è stato invaso dalla pioggia si è trasformato in un fiume di detriti".

3.837 CONDIVISIONI
56 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni