467 CONDIVISIONI
Le notizie sul maltempo nelle Marche
16 Ottobre 2022
16:53

Un mese dall’alluvione nelle Marche, ancora dispersa Brunella Chiù: “Ricerche vanno avanti”

Un mese dopo l’alluvione delle Marche risulta ancora dispersa la 56enne Brunella Chiù, madre di due ragazzi di 23 e 17 anni. La Procura intende proseguire le operazioni “ad oltranza”
A cura di Gabriella Mazzeo
467 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Le notizie sul maltempo nelle Marche

È trascorso ormai un mese dalla sera del 15 settembre, quando le piene di Misa e Nevola hanno devastato le Marche e causato centinaia di sfollati nelle zone del Senigalliese e dell'hinterland Pesarese. Nell'alluvione causata dal maltempo sono morte 12 persone, tra cui anche il piccolo Mattia, il bimbo di 8 anni trascinato via dalla corrente mentre era tra le braccia della mamma. A distanza di 30 giorni dalla tragedia sono ancora in corso le ricerche di Brunella Chiù, 56enne di Barbara (Ancona) inghiottita dalle acque del Nevola mentre cercava di mettersi in salvo insieme ai due figli.

La donna era salita in auto insieme alla secondogenita 17 enne Noemi Bartolucci, deceduta nel disastro. In una seconda vettura vi era invece il figlio di 23 anni Simone, unico sopravvissuto della famiglia. Di Barbara invece non si hanno notizie dal 15 settembre scorso: la sua auto è stata ritrovata pochi giorni dopo l'alluvione, ma del suo corpo ancora nessuna traccia.

I soccorritori durante l’alluvione
I soccorritori durante l’alluvione

Sono 45 in tutto le persone che stanno portando avanti le ricerche tra vigili del fuoco, Protezione civile, Carabinieri e Guardia di Finanza. Da qualche giorno sono impegnati nelle operazioni anche i cani molecolari. In queste settimane, i vigili del fuoco hanno continuato a setacciare le zone di Bettolelle a Senigallia e quelle di Casine di Ostra, alla confluenza tra Misa e Nevola.

I sub dei vigili del fuoco continuano a scandagliare le aree dei due fiumi e dei greti, mentre la Guardia di Finanza ha coordinato anche le ricerche con i droni. I soccorritori si affidato alle condizioni meteo per poter effettuare ricerche approfondite. La giornata di oggi, nonostante il sole alto nel cielo, non ha dato i frutti sperati. Al momento non è stato fissato un termine per le ricerche della donna dispersa. La volontà della Prefettura è quella di proseguire ad oltranza con le operazioni, nella speranza di riuscire a riportare a casa la salma della 56enne e a darle degna sepoltura. La sua auto Bmw Serie 1 è stata recuperata diversi giorni dopo la tragedia nella zona del Ponte del Burello (Corinaldo).

467 CONDIVISIONI
56 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni