8.127 CONDIVISIONI
Le notizie sul maltempo nelle Marche
2 Ottobre 2022
18:43

L’addio a Noemi, morta a 17 anni nell’alluvione delle Marche: “Vivremo per sempre nel tuo sorriso”

Funerali di Noemi Bartolucci, a Barbara oggi l’addio alla 17enne morta nell’alluvione delle Marche. Ad attendere la bara bianca gli amici di sempre che hanno indossato una maglietta nera con il suo volto sorridente.
A cura di Susanna Picone
8.127 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Le notizie sul maltempo nelle Marche

A distanza di pochi giorni dall'ultimo saluto al piccolo Mattia Luconi, il bambino morto nell’alluvione delle Marche, oggi è il giorno dell’addio a Noemi Bartolucci, 17 anni, anche lei travolta e uccisa dall’alluvione del 15 settembre.

La giovane di Barbara (Ancona) venne trovata priva di vita dopo l'ondata di piena del torrente Nevola. La sua mamma, Brunella Chiù, di 56 anni, risulta ancora dispersa.

La bara bianca con la salma di Noemi è arrivata nella chiesa parrocchiale di Barbara nel pomeriggio di oggi, accolta dagli amici di sempre che indossavano una maglietta nera col volto della ragazza sorridente. Tante le persone arrivate anche dai paesi vicini per l’ultimo saluto alla ragazza.

Alle esequie – officiate dal vescovo di Senigallia mons. Francesco Manente – presente anche il presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli. "Noemi era una ragazza piena di vita, felice di aver compreso che di Gesù poteva fidarsi”, uno dei passaggi dell'omelia pronunciata dal vescovo di Senigallia.

"Una ragazza che ogni domenica cantava le lodi del Signore, rassicurata dalla sua amicizia – ha ricordato ancora il vescovo rivolgendosi al fratello Simone, che la sera dell’alluvione si è salvato rimanendo aggrappato a un albero per ore, e agli amici nella chiesa di Barbara -. Custodire questo ricordo, non come si custodisce un oggetto, ma come si coltiva una memoria che indica un percorso alla propria vita, Noemi continuerà ad abitare nei nostri cuori e continueremo a sentirla sorella e amica del nostro cammino”.

La diciassettenne uccisa dal maltempo delle Marche era molto attiva nella vita parrocchiale, e ogni domenica accompagnava i canti con la chitarra. "Noemi era un tutt'uno con la mamma e il fratello", ha detto anche il parroco della piccola comunità marchigiana.

"Vivremo nel sempre nel tuo sorriso", si legge su un grande striscione lasciato per Noemi davanti alla chiesa. Tanti palloncini e rose bianche in chiesa per la diciassettenne. Sono 12 le vittime accertate dell’alluvione del 15 settembre scorso nelle Marche.

8.127 CONDIVISIONI
56 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni