2.010 CONDIVISIONI
19 Gennaio 2017
17:10

Chi sono i dispersi sotto le macerie dell’Hotel Rigopiano

Ci sono ancora dispersi sotto le macerie dell’Hotel Rigopiano di cui non si ha notizie da ieri pomeriggio.
A cura di Davide Falcioni
2.010 CONDIVISIONI

“L’ultimo contatto con Marco risale alle 16:30 di ieri pomeriggio e ancora la slavina non era venuta giù: poi più nulla”. A raccontare l'ultimo scambio con Marco Vagnarelli è il fratello, parlando dell'uomo disperso insieme alla fidanzata Paola Tomassini all’Hotel Rigopiano a Farindola, distrutto ieri da una valanga. “Ci siamo messaggiati su WhatsApp, mi ha scritto che stavano per ripartire, ma c’erano ritardi per via della neve. C’erano dieci auto in fila e stavano aspettando che fosse liberata la strada” racconta Fulvio all’Ansa. La coppia di Castignano, comune della provincia di Ascoli Piceno già coinvolto nei mesi scorsi nei terremoti del 24 agosto e 26/30 ottobre, si era concessa una vacanza di due giorni in montagna, in un luogo caro sia agli abruzzesi che ai marchigiani, alle pendici del Gran Sasso: “Sì, un viaggio breve che era finito e stavano ripartendo. Dovevano andar via al mattino ma a causa del maltempo che bloccava la strada sono dovuti rimanere, fermandosi anche a pranzo. Si era impaurito per la scosse di terremoto, ma non per il maltempo. L’ultimo messaggio mio fratello lo ha mandato a mio figlio – racconta ancora Fulvio -. Lo ha avvisato che, visto che non riuscivano ancora a ripartire, rientrava in hotel e che dentro il telefono non prendeva. Da quel momento non abbiamo più notizie di Marco e Paola”.

Emanuele Bonifazi, lavorava in hotel da 4 anni

Emanuele Bonifazi
Emanuele Bonifazi

Tra i dispersi ci sarebbe anche un ragazzo di 25 anni della provincia di Macerata, anch'egli arrivato all'Hotel Rigopiano insieme alla fidanzata di 24 anni. Mpm si hanno inoltre notizie di Emanuele Bonifazi di Pioraco, in Provincia di Macerata, che da quattro anni lavorava come dipendente nell'hotel. I genitori, appena appresa la notizia, sono immediatamente partiti per l’Abruzzo. Il ragazzo era molto conosciuto a Pioraco, così come il padre Egidio, coordinatore della protezione civile.

Marco Tanda e Jessica Tinari: lui era pilota Ryanair

Della provincia di Macerata, per l'esattezza di Gagliole, era anche Marco Tanda, 26 anni a marzo, pilota della Ryanair che da alcuni giorni si trovava all'Hotel Rigopiano insieme alla fidanzata Jessica Tinari, 25 anni, nata a Lanciano e residente a Chieti. I due si erano concessi una breve vacanza sulla neve prima del rientro a Roma di Marco, che avrebbe dovuto ricominciare a lavorare.

Alessandro Riccetti, 33 anni, lavorava alla reception

Alessandro Riccetti, ternano di 33 anni: "Non abbiamo ancora nessuna notizia di lui, aspettiamo. Ma vogliamo vivere privatamente questi momenti", ha raccontato la zia, spiegando l'ultimo contatto telefonico con la madre l'ha avuto ieri alle 16. Laureato in Lingue straniere per la comunicazione internazionale, 33 anni da compiere tra tre giorni, il giovane lavorava dal dicembre 2015 nella struttura alberghiera del Gran Sasso come addetto alla reception.

Luciano e Silvana, dovevano ripartire martedì

I loro nomi risulterebbero nel registro delle presenze insieme a quelli di Luciano Caporale, 54 anni, e la moglie, Silvana Angelucci, 46 anni, entrambi di professione parrucchieri ed entrambi dispersi. I due erano arrivati nell'albergo domenica pomeriggio per ripartire martedì sera tuttavia, a causa del peggioramento delle condizioni meteo, hanno deciso di trattenersi fino a ieri, mercoledì. "Siamo tutti in apprensione, speriamo che questa storia finisca bene – dice il sindaco di Castel Frentano, Gabriele D'Angelo – per il momento non abbiamo notizie e siamo tutti appesi a un filo di speranza. La coppia era molto nota per la loro lunga attività professionale ed era fortemente inserita nel tessuto sociale del paese".

Valentina Cicioni: avevano lasciato la figlia a casa per qualche giorno di relax (ritrovato il compagno)

Non si hanno da ieri più notizie di Valentina Cicioni, 32 anni infermiera. Era col compagno Gianpaolo Matrone, 33 anni di professione pasticciere, rinvenuto vivo tra le macerie. Entrambi romani, stavano trascorrendo qualche giorno di vacanza insieme ed avevano lasciato la figlia a casa. L'ultima foto postata da Valentina su Facebook è geolocalizzata presso ‘Gran Sasso Spa & Beauty Hotel Rigopiano', ed è delle 22.21 del 17 gennaio. "Nevica poco", scrive Valentina a commento di una foto che mostra un cumulo di neve fuori la finestra.

Il padre di una dispersa: "Non pensavano che una valanga avrebbe potuto colpire l'albergo"

Intervistato da Radio 24, il padre di una donna dispersa, dipendente dell'hotel, ha detto: "Siamo tutti all'oscuro, non sappiamo niente di niente. L'ultima volta l'ho sentita ieri sera alle quattro. Un solo un messaggio, perché i telefoni non funzionavano. Loro da ieri mattina chiedevano di essere sbloccati, ma hanno risposto che c'erano altre priorità e hanno abbandonato a pulire su". E aggiunge: "Erano una ventina, venticinque, più otto/nove dipendenti". Alla cronista di Radio 24 che gli chiede se la figlia fosse stata preoccupata l'ultima volta che l'aveva sentita, l'uomo ha risposto: "No, perché lassù è tranquillo. Era una posizione in cui non si poteva pensare che una valanga potesse colpire l'albergo". Avevano chiesto di essere liberati "dopo il terremoto, perché lassù è stato forte e giustamente hanno chiesto aiuto, hanno chiesto di scendere. Ma c'erano tre metri di neve, come scendevano?".

Ilaria Di Biase, cuoca dell'hotel Rigopiano

Tra i dipendenti dispersi c'è anche Ilaria Di Biase, 22 anni, cuoca originaria di Archi, in provincia di Chieti, che da tre anni lavorava al Rigopiano Hotel. La madre e il padre, appresa la notizia della slavina che ha investito la struttura alberghiera, sono immediatamente partiti per Penne (Pescara) per avere notizie della figlia al Centro coordinamento di emergenza. "Siamo tutti in grande apprensione – dice il sindaco di Archi, Mario Troilo – Speriamo che ci sia un positivo epilogo alla tragedia. Ilaria era una brava ragazza". Lavoravano in hotel anche Cecilia Martella, estetista e addetta al centro massaggi, e Luana Biferi, anche lei abruzzese di Biferi.

Claudio e Sara, in vacanza per qualche giorno sul Gran Sasso

Sotto le macerie dell'Hotel Rigopiano ci sono ancora anche Claudio Baldini, di Atri e la moglie Sara Angelozzi: entrambi si erano concessi una vacanza al resort grazie a un regalo. L'uomo, che di professione installa monitor pubblicitari per gli esercizi commerciali, e Sara erano sul Gran Sasso per riposarsi qualche giorno.

Anche l'amministratore dell'hotel Roberto Del Rosso è tra i dispersi

Disperso anche l'amministratore dell'hotel, Roberto Del Rosso, che viveva nei mesi invernali costantemente nella struttura: "Era preoccupato per la troppa neve e per questo aveva chiesto ai clienti di andarsene", hanno raccontato alcuni suoi conoscenti. Ma la valanga ha travolto tutti mentre erano nella hall, con le valigie pronte per partire, in attesa degli spazzaneve che avrebbero dovuto liberare l'unica strada di accesso all'albergo.

2.010 CONDIVISIONI
Rigopiano, una torta per ricordare Valentina Cicioni nel giorno della Festa della mamma
Rigopiano, una torta per ricordare Valentina Cicioni nel giorno della Festa della mamma
I russi bombardano una scuola a Bilohirivka, nella regione di Lugansk: 60 dispersi sotto le macerie
I russi bombardano una scuola a Bilohirivka, nella regione di Lugansk: 60 dispersi sotto le macerie
14.902 di LoManc
Cuba, esplode l'Hotel Saratoga: 22 morti e 74 feriti. "Anche un bambino tra le vittime"
Cuba, esplode l'Hotel Saratoga: 22 morti e 74 feriti. "Anche un bambino tra le vittime"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni