Un loro compagno di classe ha la leucemia così tutti hanno deciso di vaccinarsi contro l'influenza per permettergli di tornare a scuola e seguire le lezioni. E' questa la storia di amicizia e generosità che arriva da un istituto elementare di Cesena. Gli studenti di una seconda, tramite le loro famiglie, si sono fatti promotori dell'iniziativa dopo che lo scorso anno un loro coetaneo aveva scoperto di essere affetto da leucemia linfoblastica acuta, che lo ha costretto a un lungo periodo di cure, lontano dagli amici, e che lo espone tutt'oggi al rischio di infezioni. Anche una banale febbre, in vista dell'inizio della stagione invernale, potrebbe causargli gravi complicazioni a causa dell'indebolimento del suo sistema immunitario.

La decisione è stata presa dalle famiglie di una trentina di bambini, tra cui sette di una classe a fianco, ed anche da insegnanti e genitori e fratelli dei compagni, che si sono così sottoposti nei giorni scorsi alla vaccinazione antinfluenzale presso la pediatria di comunità per fare a lui da scudo protettivo. "Grazie a loro e alla solerzia del dirigente scolastico, il piccolo è potuto tornare sui banchi di scuola", ha spiegato l'Ausl romagna. "Queste persone – ha commentato poi la dottoressa Antonella Brunelli, responsabile della Pediatria di Comunità di Cesena – hanno compiuto un gesto di responsabilità, di generosità e di amicizia che ci ha riempito di gioia e ci ha fatto pure commuovere. Come riconoscimento simbolico abbiamo regalato ad ogni bambino un libro donatoci dalla Libreria “Giunti al Punto” di Cesena nell’ambito del progetto Nati per Leggere"