199 CONDIVISIONI
3 Settembre 2019
12:47

Cagliari, a 4 anni vaga disperato in strada da solo: bimbo salvato dai carabinieri

Vagava per le strade di Cagliari, da solo, e disperato cercava aiuto. Il piccolo, di quattro anni, è stato salvato dai carabinieri della Stazione di Stampace dopo che si era allontanato da casa all’insaputa dei genitori, una coppia di 31 e 37 anni. A casa i militari hanno trovato anche due fratelli minorenni privi di assistenza.
A cura di Susanna Picone
199 CONDIVISIONI

Un bambino di appena quattro anni che cammina da solo per strada, alla periferia di Cagliari. Il piccolo era disperato e cercava aiuto per le strade della città sarda quando finalmente è stato “intercettato” in via Tevere da qualcuno. La storia fortunatamente per il bambino ha un lieto fine, dato che il piccolo è stato soccorso e riportato a casa dai carabinieri. A quanto ricostruito, il bambino si era allontanato da casa all’insaputa dei genitori. Il piccolo di quattro anni era stato lasciato in una abitazione insieme ai due fratelli di nove e quattordici anni, senza alcuna assistenza di adulti, e da lì era uscito in strada. Lo hanno rintracciato ieri pomeriggio in via Tevere i militari della stazione di Stampace, che poi lo hanno tranquillizzato, identificato e portato a casa, dove i carabinieri hanno trovato gli altri due minorenni privi di assistenza. Nel frattempo sono stati rintracciati i genitori, una coppia di romeni di trentuno e trentasette anni. Entrambi sono stati denunciati per abbandono di minori.

A Forlì una coppia ha dimenticato il figlio di 2 anni sul treno – Non è la prima volta che la cronaca dà notizia di storie simili, di bambini trovati soli in strada anche nel cuore della notte o “dimenticati” dai genitori, spesso denunciati per abbandono di minori. Nella giornata di ieri una coppia ha inconsapevolmente lasciato il figlio di due anni su un treno e fortunatamente il piccolo, grazie all'intervento del capotreno e della polfer di Forlì, è stato poi ritrovato e riaffidato a mamma e papà. L’incidente si è verificato su un convoglio partito da Rimini e diretto a Bologna. A quanto ricostruito, alla stazione di Rimini il papà si è allontanato per cercare posti liberi, mentre la madre con il figlio, credendo che l'uomo volesse prendere un altro treno, è scesa per chiedere aiuto per il bimbo che si trovava sul passeggino, proprio quando le porte del treno si sono chiuse ed è partito. A sua volta il padre, non vedendo i propri familiari e convinto che non fossero partiti da Rimini, è sceso a Cesena facendo proseguire il viaggio al piccolo da solo fino a Forlì, dove il bambino ha potuto riabbracciare i genitori.

199 CONDIVISIONI
Esorcismo sul figlio di 4 anni: il bimbo muore. Era avvolto in un lenzuolo e bloccato sul pavimento
Esorcismo sul figlio di 4 anni: il bimbo muore. Era avvolto in un lenzuolo e bloccato sul pavimento
Bimbo di due anni rischia di soffocare, interviene un poliziotto che gli salva la vita
Bimbo di due anni rischia di soffocare, interviene un poliziotto che gli salva la vita
Bimbo picchiato a Ventimiglia, le prime parole dall'ospedale: “Perché non mi avete salvato?”
Bimbo picchiato a Ventimiglia, le prime parole dall'ospedale: “Perché non mi avete salvato?”
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni