11 Ottobre 2021
13:36

Cadavere in strada a Campi Bisenzio: Benigno travolto e abbandonato da auto pirata

La vittima è Massimiliano Benigno, molto noto nella cittadina dell’hinterland fiorentino dove tutti lo conoscevano. Il 47enne, che viveva con la madre in un’abitazione non lontano dal luogo dell’incidente, sarebbe stato investito durante la notte e lasciato agonizzante in strada dove è stato rinvenuto oggi.
A cura di Antonio Palma

Drammatico ritrovamento nelle prime ore di oggi, lunedì 11 ottobre, tra le strade di Campi Bisenzio, nella città metropolitana di Firenze. In strada giaceva il corpo senza vita di un uomo con evidenti segni di ferite che fanno ipotizzare sia stato vittima di un pirata della strada che lo ha investito e poi lasciato agonizzante. A fare la terribile scoperta un passante che intorno alle 4 del mattino di oggi, quando era ancora buio, ha scorto la presenza della vittima sull’asfalto e ha dato l’allarme ai carabinieri. La vittima è Massimiliano Benigno, molto noto nella cittadina dell'hinterland fiorentino dove tutti lo conoscevano. All’arrivo dei militari dell’arma l’uomo era già cadavere e probabilmente il suo decesso risale a diverse ore prima del ritrovamento anche se sarà l’autopsia a stabilire l’esatta ora del decesso e anche la causa di morte. Dall’analisi della scena fatta dai carabinieri sul posto, però, sarebbe evidente l’investimento da parte di un’auto.

Lungo la strada del ritrovamento, in via Chiella, infatti sono stati rinvenuti frammenti di plastica e segni di un'improvvisa sterzata sull'asfalto. Tutti elementi che fanno ipotizzare agli inquirenti un investimento ad opera di un pirata della strada che poi è scappato. Per questo i carabinieri hanno subito avviato le indagini del caso ipotizzando il reato di omicidio stradale. Da una prima ricostruzione dei militari, la vittima, un uomo di 47 anni residente in zona, forse stava attraversando la strada in un tratto privo di illuminazione pubblica quando l’auto lo ha investito e lasciato agonizzante dileguandosi.

I frammenti di plastica ritrovati sul posto sono stati sequestrati dai carabinieri nel tentativo di risalire al modello di auto a cui appartengono ipotizzando possano appartenere alla carrozzeria del veicolo coinvolto. Le indagini intanto proseguono anche su un altro fronte ovvero quello delle telecamere di sorveglianza della zona. Il punto dell’incidente in realtà non è inquadrato da alcuna telecamera ma i carabinieri stanno cercando tra i video delle telecamere delle aree limitrofe per capire se si possa individuare la vettura di passaggio subito prima o dopo l’investimento mortale. Intanto la salma del 47enne, che viveva con la madre in un'abitazione non lontano dal luogo dell'incidente, è stata trasferita all'istituto di medicina legale a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Tanti i messaggi di cordoglio per la morte dell'uomo che era "uno dei personaggi di Campi" come ha ricordato il sindaco Emiliano Fossi. "Stanotte una macchina l’ha travolto e ucciso per strada in via Chiella. L’omicida è scappato lasciandolo senza vita. Lo prenderanno, e pagherà per quello che ha fatto. A noi resta il vuoto dei sorrisi malinconici di Benigno, col suo essere sempre allegro e gentile con tutti. Tutta la nostra comunità si stringe alla sua famiglia" ha dichiarato il primo cittadino.

Treviso, auto pirata travolge una donna e il corpo finisce oltre una recinzione: muore Emilia Santurini
Treviso, auto pirata travolge una donna e il corpo finisce oltre una recinzione: muore Emilia Santurini
Modena, donna in bici travolta e uccisa da un'auto pirata
Modena, donna in bici travolta e uccisa da un'auto pirata
Ventenne investita a Palermo da due auto in pochi minuti, è grave: “Chi ha visto qualcosa parli”
Ventenne investita a Palermo da due auto in pochi minuti, è grave: “Chi ha visto qualcosa parli”
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni