293 CONDIVISIONI

“Basta col telefono, trovati un lavoro”: 23enne uccise la mamma dopo rimprovero, condannato all’ergastolo

Condannato all’ergastolo il 23enne di origine pakistana che lo scorso 9 marzo uccise a martellate la mamma Rubina Kousar dopo un banale rimprovero nella casa di famiglia a Pinerolo (Torino). In una lettera alla Corte scrive: “Chiedo scusa, io la amo”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Ida Artiaco
293 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio.
Immagine di repertorio.

Il ragazzo di 23 anni di origine pakistana che lo scorso marzo uccise a martellate la madre Rubina Kousar dopo un banale rimprovero nella casa di famiglia in via Sommeiller 32 a Pinerolo, in provincia di Torino, è stato condannato all'ergastolo. La Corte di assise, applicando un articolo del codice di procedura penale, ha dichiarato per lui "indegnità a succedere alla madre".

La richiesta del fine pena mai era stata avanzata alla Corte d'assise del capoluogo piemontese, a cui il giovane imputato ha inviato una lettera in cui ha scritto: "Chiedo scusa a tutti, io amo mia madre". È stata anche respinta la richiesta della difesa di disporre una perizia psichiatrica.

Era lo scorso 9 marzo quando il ragazzo ha colpito a morte la madre. Quest'ultima gli aveva detto di smetterla di "stare al telefonino tutto il giorno" e di "cercare un lavoro". Dopo il rimprovero, lui per tutta risposta l'ha presa a martellate. Fatali risulteranno i colpi alla nuca. La domenica precedente l'imputato aveva litigato con il padre per lo stesso motivo, ma in quell'occasione non aveva voluto sporgere denuncia. Fu proprio l'uomo a lanciare l'allarme correndo in strada per chiedere aiuto dopo essere arrivato a casa e aver trovato la moglie priva di sensi sul pavimento. Poi, si è recato al comando di polizia locale urlando: "Sangue, mio figlio è a terra".

"L’ho visto (mentre lo portavano via ndr) dal balcone e mi ha sconvolto proprio la faccia di questo ragazzo, perché era proprio fuori di sé. Aveva degli occhi allucinati, non era in sé", raccontò a Fanpage.it una vicina di casa. Il giovane, dopo essere stato fermato, confessò immediatamente l'omicidio.

293 CONDIVISIONI
Femminicidio Alessandra Matteuzzi, Giovanni Padovani condannato all'ergastolo
Femminicidio Alessandra Matteuzzi, Giovanni Padovani condannato all'ergastolo
"Non c'è più ma ora è felice": lo sfogo della sorella di Alessadra Matteuzzi dopo l'ergastolo a Padovani
"Non c'è più ma ora è felice": lo sfogo della sorella di Alessadra Matteuzzi dopo l'ergastolo a Padovani
"Aiutateci, Dario è scomparso": ma il 23enne era stato ucciso a coltellate dall'amico
"Aiutateci, Dario è scomparso": ma il 23enne era stato ucciso a coltellate dall'amico
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni