11.900 CONDIVISIONI
16 Agosto 2022
20:42

Asti, il lido nega ingresso a una famiglia perché nera: “Direttive della struttura”

Una struttura balneare di Asti avrebbe vietato l’ingresso a una famiglia perché di origini nigeriane. L’accaduto è stato immortalato in alcuni video diffusi online.
A cura di Gabriella Mazzeo
11.900 CONDIVISIONI

Ad alcune persone è stato negato l'ingresso nello stabilimento balneare di Astilido, ad Asti, perché nere. Protagonista della vicenda, una famiglia di origini nigeriane. Secondo quanto reso noto, nella mattinata di ieri marito e moglie si sono recati con i loro figli in piscina per trascorrere una giornata di relax insieme.

Arrivati all'ingresso del lido, però, qualcosa è andato storto. Il dipendente all'ingresso li avrebbe prima lasciati ad attendere per diversi minuti e poi, senza chiedere neppure i documenti di identità ai due adulti, avrebbe intimato loro di andarsene. L'impiegato avrebbe fornito alla famiglia spiegazioni decisamente vaghe.

"Non potete entrare a causa di direttive imposte dai gestori della struttura" avrebbe detto prima di suggerire nuovamente ai suoi interlocutori di allontanarsi dalla piscina. In alcuni filmati diffusi online si vede una ragazza spiegare alla reception che i suoi documenti riportano la dicitura "italiana". "Sono nata qui – ha ribadito sotto l'occhio della telecamera – non in Nigeria. Io sono italiana".

L'accaduto è stato ripreso da alcuni smartphone e postato online. La famiglia ha aspettato per diverso tempo davanti all'infopoint della struttura prima di andarsene senza poter trascorrere la giornata in piscina come programmato.

Un episodio simile si è verificato nei giorni scorsi a Marina di Ravenna. A un ragazzino di 16 anni è stato vietato l'accesso nella discoteca nella quale si sarebbe svolto il concerto del suo rapper preferito. Alla base di questa decisione, motivi razziali. Fuori dalla struttura insieme a lui vi erano altri 15 ragazzini dalla pelle nera.

Il locale si è difeso sostenendo di aver applicato quanto stabilito dai gestori. I buttafuori avrebbero seguito una "lista" di nominativi di persone che sarebbero state ubriache la settimana prima dell'evento.

11.900 CONDIVISIONI
Ruspe in azione a Napoli:
Ruspe in azione a Napoli: "Ci abbattono le case, ma lasciano ecomostri e beni confiscati
176.633 di Peppe Pace
Bollettino Covid, i dati di contagi e morti in Italia di martedì 22 novembre regione per regione
Bollettino Covid, i dati di contagi e morti in Italia di martedì 22 novembre regione per regione
Il 90% degli sponsor di Cop27 sono legati all'industria di gas e petrolio
Il 90% degli sponsor di Cop27 sono legati all'industria di gas e petrolio
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni