Un innovativo intervento durato oltre otto ore ha permesso di ricostruire l'esofago a un bambino di tre anni che era affetto da una malformazione congenita. E in seguito a questo intervento il piccolo, il giovane paziente è un bimbo originario della Colombia, ha potuto mangiare per la prima volta. Martedì il bambino, a distanza di due mesi dall'intervento e proprio nel giorno del suo compleanno, è stato dimesso dall'ospedale infantile Cesare Arrigo di Alessandria. Il giovanissimo paziente era arrivato ad Alessandria dopo avere subito diverse operazioni in Sudamerica. Purtroppo nessuno di questi interventi però era stato risolutivo. Ricoverato nel Centro per la patologia digestiva pediatrica Umberto Bosio, la unità specializzata nella diagnosi e nella cura delle patologie gastroenterologiche pediatriche, il bimbo è stato operato lo scorso luglio da una equipe multidisciplinare. Per connettere il cavo orale allo stomaco, ripristinando le vie naturali, è stato utilizzato un tratto di colon.

La torta in ospedale per il compleanno e il ritorno a casa – A distanza di mesi, il bambino colombiano ora sta bene ed è potuto tornare a casa, ovviamente non prima di avere festeggiato il compleanno con una torta in ospedale circondato dai medici e infermieri che si sono occupati di lui in queste settimane.

Il precedente a Torino su una bimba di 3 anni – Un intervento simile a questo realizzato all'ospedale infantile di Alessandria, anche in questo caso su una paziente di tre anni, era stato eseguito lo scorso gennaio all'ospedale Infantile Regina Margherita della Città della Salute di Torino. I medici avevano costruito un nuovo esofago che ha consentito alla bambina di recuperare l'uso della bocca per alimentarsi.