455 CONDIVISIONI
17 Luglio 2021
09:06

Agguato a Lecce, spari mentre preleva al Bancomat: ex direttore di banca ucciso davanti alla moglie

Un uomo di 69 anni Giovanni Caramuscio, è  stato ucciso a colpi di pistola intorno a mezzanotte mentre faceva un prelievo al bancomat a Lequile, in provincia di Lecce. Testimone dell’agguato è stata la moglie della vittima, ex direttore di banca, che lo aspettava in macchina. È stato colpito senza che potesse avere la possibilità di difendersi. Indagini in corso.
A cura di Ida Artiaco
455 CONDIVISIONI

Paura a Lequile, in provincia di Lecce, dove un uomo di 69 anni, Giovanni Caramuscio, è stato ucciso a colpi di pistola intorno a mezzanotte mentre faceva un prelievo al bancomat. Ad agire sarebbero stati in due, davanti agli occhi della moglie che lo attendeva in auto. Secondo i media locali, potrebbe essersi trattato di un tentativo di rapina finito nel sangue, ma non è esclusa la pista della vendetta di carattere mafioso. La vittima, ex direttore di banca ora in pensione, si era recato a Lequile per incontrare alcuni parenti, poi prima di tornare a casa si era fermato allo sportello automatico di un noto Istituto di credito. A quel punto, l'uomo, sorpreso alle spalle, avrebbe reagito al tentativo di rapina e uno dei malviventi ha aperto il fuoco, colpendolo al torace, prima di fuggire insieme al complice. Quando sono arrivati i soccorsi, i sanitari del 118 non hanno potuto far altro che constatare il decesso. Al vaglio dei carabinieri le immagini delle telecamere di videosorveglianza dell'istituto di credito.

Stando alle prime ricostruzioni effettuate da alcuni testimoni presenti nelle vicinanze del posto, Caramuscio sarebbe stato colpito da un uomo nascostosi dietro ad un cespuglio, evidentemente appostatosi in attesa di compiere il gesto criminale. Questo aspetto potrebbe far ritenere che non si sia trattato di una rapina, ma di un'esecuzione in stile mafioso per cause che sono ancora in via di accertamento da parte delle forze dell'ordine a cui sono state affidate le indagini. D'altro canto, però, Caramuscio, originario di Monteroni di Lecce, non aveva mai avuto problemi con la giustizia, motivo per cui pare difficile possa trattarsi di un regolamento di conti. Per cui l'uso del condizionale è d'obbligo. La cosa certa è che è stato colpito senza che potesse avere la possibilità di difendersi.

455 CONDIVISIONI
Uccisa con 40 coltellate il giorno del divorzio, Ada Rotini attirata in una trappola dal marito
Uccisa con 40 coltellate il giorno del divorzio, Ada Rotini attirata in una trappola dal marito
Vola dal ponte e si schianta con l’auto: morto ex sindaco di Surbo
Vola dal ponte e si schianta con l’auto: morto ex sindaco di Surbo
Uccisa a colpi di arma da fuoco, ancora in fuga l'ex marito: era già stato condannato per maltrattamenti
Uccisa a colpi di arma da fuoco, ancora in fuga l'ex marito: era già stato condannato per maltrattamenti
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni