Prodotti tipici campani

Un posto nel pieno centro di Napoli dove tutti i sapori mediterranei si incontrano. Un vero e proprio “Tempio del Gusto” a disposizione dei napoletani e non solo. Mancano pochi giorni all'inaugurazione del più grande polo enogastronomico partenopeo che nascerà nella sede dell'ex Banca d'Italia in via Marina. Due piani di prelibatezze aperti dalle 7 alle 23 dove sorgeranno il mega ristorante e i negozi. Un'area di 795 mq interamente dedicata alle eccellenze della produzione gastronomica campana. Da una parte il primo ristorante “multifunzione”: di giorno offrirà un servizio veloce ed essenziale per impiegati e lavoratori che desiderano una pausa pranzo di qualità ma economica.

Di sera il locale cambierà pelle. Nel dopo-aperitivo diventerà un luogo di fascino dove poter gustare in tutta tranquillità i raffinati piatti realizzati dallo chef Alessandro Romano. Prevista anche un'enoteca con oltre 1.200 etichette e una champagneria di nuova concezione con 45 tipi diversi di produttori. Dall'altra un vero e proprio centro commerciale dedicato al gusto campano. Decine di negozi dedicati a tutti i generi di prelibatezze dove i clienti potranno acquistare tutti i migliori prodotti tipici campani. A partire dalla macelleria, passando per la pescheria, completamente rifornita di pesce fresco pescato nei mari campani, fino ad arrivare alla salumeria dove ci saranno 450 salumi e 600 tra latticini e formaggi stagionati.

Una vera e propria “Mecca” del gusto dove verranno promossi i migliori marchi campani ma verranno valorizzati anche i piccoli produttori e le nuove eccellenze. Un posto non solo dove acquistare ma dove davvero sarà possibile scoprire la gastronomia campana grazie anche a corsi di cucina fatti in loco ed angoli di degustazione dedicati. Wi – fi e parcheggio dedicato renderanno confortevole la permanenza per passare giornate interamente dedicate al gusto. Un fiore all'occhiello per la cultura gastronomica campana che non mancherà di dare sviluppo economico alla città, come confermato dai già novanta nuovi posti di lavoro necessari alla struttura. Soddisfatto il responsabile del progetto “Grangusto”, Paolo Barberini, convinto che «sarà destinato ad evolversi coinvolgendo nuovi e migliori produttori di eccellenze locali».