1.722 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Covid 19

A giugno vaccini Covid in azienda e per tutte le classi di età

Il commissario all’emergenza Covid-19 Francesco Paolo Figliuolo: “Se gli arrivi di vaccini a giugno saranno coerenti con la mia stima, quindi, saranno dai 20 milioni in su, una volta messi al sicuro gli over 80, i fragili e gli over 65, l’idea è di dare da giugno un via libera in maniera parallela, ovvero su tutte le classi d’età, e multipla, aprendo nuovi hub come nelle aziende”.
A cura di Susanna Picone
1.722 CONDIVISIONI

Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Vaccini anti-Covid in azienda e per tutte le classi di età a partire da giugno. È quanto prevede il commissario all'emergenza Coronavirus, Francesco Paolo Figliuolo. Figliuolo, in visita oggi nelle strutture vaccinali del Veneto, ha detto che la sua idea è quella di iniziare, a partire dal mese di giugno, a somministrare vaccini eliminando le fasce d’età. "Se gli arrivi di vaccini a giugno saranno coerenti con la mia stima, quindi, saranno dai 20 milioni in su, una volta messi al sicuro gli over 80, i fragili e gli over 65, l'idea è di dare da giugno un via libera in maniera parallela, ovvero su tutte le classi d'età, e multipla, aprendo nuovi hub come nelle aziende”, le parole di Figliuolo che ha quindi aggiunto che “a giugno dobbiamo aprire alle altre classi, anche alle aziende”. Il commissario straordinario Figliuolo è arrivato stamani a Mestre, prima tappa della visita in Veneto alle strutture vaccinali, poi insieme al presidente della Regione Zaia e al capo della protezione civile Curcio è giunto al Pala Expo di Porto Marghera, il più grande hub regionale, che serve il territorio dell'azienda ULSS Serenissima.

Da lunedì via libera a vaccini per over 40

Da lunedì 17 maggio, intanto, le regioni potranno aprire alle vaccinazioni degli over 40. Potranno aderire alla nuova fase della campagna vaccinale anti-Covid i nati fino al 1981. In una lettera inviata alle Regioni, Figliuolo raccomanda comunque alle regioni "l'assoluta necessità di continuare a mantenere particolare attenzione per i soggetti fragili, classi di età over 60, cittadini che presentano comorbidità, fino a garantirne la massima copertura”. Nelle Regioni insomma in cui la campagna vaccinale precede più speditamente si può passare alla somministrazione delle dosi ai quarantenni, nelle altre bisogna prima assicurarsi di aver completato le categorie a rischio.

1.722 CONDIVISIONI
32804 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views