26 Febbraio 2022
7:00

Da Venezia a Rio De Janeiro, le feste di Carnevale più famose al mondo

Dove si festeggia il Carnevale nel mondo? La ricorrenza è amatissima: da Rio de Janeiro alle Canarie, dagli Stati Uniti alla Germania, ovunque c’è una tradizione diversa, dalle maschere alle sfilate.
in foto: Carnevale a Colonia
in foto: Carnevale a Colonia

Il Carnevale è da sempre la festa associata alla dissacrazione dei costumi e delle usanze della società, il folle giorno in cui ne viene messa in evidenza l'immoralità. Ma è anche la festa più allegra dell'anno, quella dove il normale ordinamento delle cose è ribaltato e tutto è concesso! Il Carnevale italiano è sicuramente uno dei più famosi: in particolare il Carnevale di Venezia e il Carnevale di Viareggio sono senza dubbio i più noti. Ma è una festività molto sentita anche altrove, fuori dai confini del Belpaese, per esempio Rio de Janeiro, New Orleans, Colonia. Ogni Paese celebra a modo suo la ricorrenza: le tradizioni variano moltissimo, tra maschere, costumi variopinti, parate, carri e feste in strada.

Carnevale di Rio de Janeiro (Brasile)

Dal 20 aprile al 30 aprile 2022. È il Carnevale più grande del mondo secondo il Guinness dei Primati, ma anche il più bello e festoso, nonché il più celebre. Il Carnevale di Rio in Brasile è un tripudio di colori e di musica, tutto basato sulla samba, il ballo nazionale. Le sue origini risalgono alla fine del XIX secolo, quando vennero importati gli usi e i costumi delle feste dei quartieri parigini. Ma presto la cultura africana e indo-americana presero il sopravvento e la festa si trasformò in quella che conosciamo oggi. Tutto ruota attorno alle scuole di samba: queste organizzano parate ed esibizioni che vengono rappresentate nel Sambodromo della città, un enorme stadio destinato proprio a questo tipo di manifestazioni.

in foto: Carnevale di Rio
in foto: Carnevale di Rio

Le parate si svolgono per quattro giorni: al termine viene decretata la scuola di samba vincitrice della città. Durante tutto il periodo della festa lungo le strade di Rio sfilano cortei di festeggiamenti, sia di giorno che di sera: essi appartengono ai blocos, ovvero i quartieri in cui è divisa la città. Un po' come le contrade e i rioni italiani, essi si distinguono per appartenenza e sfilano ognuno con i colori e le maglie del proprio gruppo di quartiere. Ad aprire le danze è il Re Momo, una figura che in molti paesi dell'America Latina rappresenta il Carnevale: interpretato da un uomo alto e grasso, come raffigurato dal dio Momo della mitologia greca, a lui vengono consegnate le chiavi della città e per i giorni della festa sarà il sovrano assoluto.

in foto: Carnevale di Rio
in foto: Carnevale di Rio

Carnevale di Tenerife e Gran Canaria (Canarie)

Dal 20 febbraio al 6 marzo 2022. Rivaleggia con quello di Rio per popolarità e festosità. Il Carnevale delle Canarie si svolge in ogni città di ogni singola isola, in periodi differenti: si può praticamente navigare da un'isola all'altra e festeggiarli tutti. Ma quelli che assolutamente non sono da mancare sono il Carnevale di Santa Cruz de Tenerife e quello di Las Palmas de Gran Canaria. Le capitali delle due isole si contendono la celebrazione del carnevale più bello da sempre. Il risultato è un enorme spettacolo fatto di sfilate, travestimenti, concerti e murghe, le tipiche esibizioni di danza e teatro da strada. Il Carnevale di Gran Canaria che si distingue per essere quello più dinamico e trasgressivo: si assiste a celebrazioni tipiche come la serata della salsa unite ad eventi più particolari come il Carnevale Canino, dove anche gli amici a quattro zampe sfilano in costume. C'è poi il Gran Galà delle Drag Queen, tutto dedicato al travestitismo. Da questo punto di vista meglio dirigersi nella città di Maspalomas, il cui carnevale è incentrato principalmente sull'ambiguità.

in foto: Carnevale di Colonia
in foto: Carnevale di Colonia

Come si festeggia il Carnevale a New Orleans (USA)

Il Mardi Gras di New Orleans è una delle feste più celebri degli Stati Uniti. La città della Louisiana non ha mai smesso di festeggiarlo e anche dopo il violento uragano Katrina che l'ha devastata nel 2005 è riuscita a rimettersi in piedi e a celebrarlo in maniera sempre più grandiosa. Le parate dei carri organizzate dalle krewe, le prestigiose associazioni di artigiani, sono la loro immagine più celebre: lungo tutta la St. Charles Avenue sfilano i festosi cortei che animano la città del jazz per quattro weekend. Mentre in Bourbon Street, nello storico Quartiere Francese, si svolge l'altro carnevale, quello dei turisti in cerca di facili divertimenti, donne e alcool. In ogni caso, l'evento regala alla città un enorme afflusso di turisti e guadagni per milioni di dollari. All'interno della festa cercate di scoprire anche le tradizioni meno conosciute come il Carnevale Indiano, dove le tribù della città si travestono in onore dei loro progenitori e sfogano antichi rancori in sfide di danze tribali. Il tanto agognato Martedì Grasso è il giorno culmine dei festeggiamenti, ma le parate cominciano settimane prima.

in foto: Carnevale di Colonia
in foto: Carnevale di Colonia

Carnevale di Colonia (Germania)

È il Carnevale più celebre della Germania, e per questo rivaleggia anche con quello di Düsseldorf, in un eterno gioco di rivalità che ha da sempre caratterizzato l'odio-amore tra le due città. Tradizionalmente il Carnevale di Colonia inizia alle 11.11 dell'11 Novembre: ne viene dichiarata l'apertura ufficiale, per poi sospenderlo immediatamente con il periodo dell'Avvento. Il periodo di festa vero e proprio comincia con il Weiberfastnacht, il Giovedì Grasso: è il giorno del Carnevale delle Donne, in cui il sesso femminile è completamente protagonista. Le donne vanno in giro a dare bacini agli uomini, oppure a tagliar loro le cravatte: in questa antica tradizione non viene risparmiato neanche il sindaco. I "giorni folli", come vengono chiamati quelli dei festeggiamenti, continuano con mascherate e feste lungo le strade. Oltre un milione di visitatori arrivano per celebrare il Carnevale di Colonia, e tutti i locali, i pub e le birrerie sono affollati di gente in costume. Il Martedì Grasso, come sempre, segna la fine dei festeggiamenti, ma in Germania il culmine del carnevale si raggiunge con il Rosenmontag, il lunedì prima delle ceneri.

in foto: Carnevale di Viareggio
in foto: Carnevale di Viareggio

Come si festeggia il Carnevale a Basilea (Germania)

Quando tutti terminano col Carnevale a Basilea, in Svizzera, si comincia. Il lunedì dopo le Ceneri alle quattro del mattino risuonano le campane del Morgenstraich. Le luci della città si spengono, e partono i cortei dello Charivari, le maschere e i costumi tradizionali, al suono di tamburi e pifferi. I cortei sono presieduti da piccole lanterne di tela, mentre i "clique", i partecipanti alla sfilata, recano quelle grosse di legno e tela alte tre metri. Le marce che risuonano hanno decenni di storia alle spalle, ma ogni anno se ne aggiungono di nuove. Il pomeriggio stesso riprende la sfilata dei cortei scaglionati, mentre la folla che ormai si è riversata sulle strade assiste alla festa: parliamo di almeno 20.000 persone mascherate.

Ogni corteo prepara una mascherata caricaturale e dei versi su un tema che è stato preventivamente scelto nei mesi precedenti: i versi vengono scritti sulle lanterne e consegnati a mano ai passanti su dei bigliettini. I partecipanti dei cortei, da soli o in gruppo, vanno di locale in locale a recitare parodie su temi dell'anno passato, con versi e cantate chiamati Schnitzelbänken. Il martedì mattina la città si popola delle sfilate di bambini, con i loro giochi e canti; mentre la sera i musicanti mascherati del Guggemuusige allieteranno le vie cittadine con le loro note. Tutti si ritroveranno poi nel momento più bello del Carnevale di Basilea: il Gässle, la sfilata collettiva di maschere nel centro storico. Un enorme festa che durerà fino all'alba del giovedì successivo, quando il carnevale si concluderà e darà appuntamento all'anno che verrà.

in foto: Carnevale di Viareggio
in foto: Carnevale di Viareggio

Carnevale di Nizza (Francia)

L'evento della Costa Azzurra è riconosciuto come una delle feste più importanti di tutta la Francia. Gli imponenti carri, le corone di fiori, le sfilate a tema sono un appuntamento imperdibile. Piazza Masséna viene decorata secondo il tema dell'anno, che per il 2016 è il "Re dei Mass Media". La Promenade des Anglais, il celebrato lungomare nizzese, vede la sfilata di 20 carri a tema paragonabili a quelli del Carnevale di Viareggio: colossi alti dagli 8 ai 20 metri, mascheroni su enormi piattaforme meccanizzate, realizzate dai maestri artigiani che per mesi lavorano con dedizione nel capannone chiamato da tutti la Casa del Carnevale. Da sopra di essi, si scatena la Battaglia dei Fiori: su ogni carro vi sono delle modelle in costume che lanciano migliaia di fiori sulla folla.

La Battaglia dei Fiori di Nizza è un importante simbolo di questo carnevale per due motivi. Il primo, è che i fiori rappresentano la passione e l'arte floreale della città, poiché la maggior parte sono coltivati localmente. Il secondo, è che i costumi delle modelle sono creazioni uniche di atelier locali: essi faranno parte di un'ulteriore competizione per eleggere la Regina del Carnevale. Nei 15 giorni di festeggiamenti, Nizza espone la sua cultura in termini di eleganza e stile a tutto il mondo. E la sera la parata si conclude di nuovo in piazza Masséna con la sfilata illuminata, per celebrare il carnevale nella magica atmosfera delle luci delle piazza.

in foto: Carnevale di Rio
in foto: Carnevale di Rio

Carnevale ai Caraibi

Ogni isola dei Caraibi festeggia il proprio Carnevale a modo suo, e ogni festa è degna di essere visitata. Molte di queste hanno tradizioni antichissime, altre vengono celebrate in periodi diversi dell'anno. In tutte si ravvisa il comune elemento delle origini africane, e la musica soca-calypso risuona dappertutto. Il più bel Carnevale dei Caraibi è considerato quello di Trinidad (8-9 Febbraio 2016) nella sua capitale Port of Spain. Le bande di quartiere organizzano spontaneamente i loro cortei mascherati eleggendo il loro re e la regina: sfilano poi a ritmi di steel drum danzando e suonando per le strade. La particolarità è che lo stesso corteo viene organizzato anche dai bambini nel giorno del carnevale a loro dedicato, il sabato.

Alle Barbados a luglio si tiene il Crop Over festival, il festival del raccolto della canna da zucchero, con fiere, concerti e sfilate. I due eventi principali sono la grande gara del calypso, e la parata in maschera del Grand Kadooment, che si tiene il primo lunedì di agosto e si conclude con un enorme party in spiaggia. Anche il Carnevale di Antigua si celebra tra luglio e agosto: la sua caratteristica più peculiare è lo J'ouvert, la festa che si tiene all'alba chiamata anche "mascherata sporca".  Stesso dicasi per Cuba, che un tempo celebrava il suo Carnevale nel periodo dell'Epifania, e che ora invece, come alla Barbados, ha spostato il suo appuntamento a fine luglio per il raccolto: in tutta l'isola la festa più bella è quella a Santiago di Cuba.

Il Carnevale Dominicano è festeggiato nelle diverse città della repubblica, ma quella che tradizionalmente ha la maggiore continuità è quello di La Vega (tutte le domeniche). Il Carnevale Vegano risale al 1520, ed è l'incontro tra le danze eseguite dagli schiavi africani per prendere in giro i loro padroni e le tradizioni cattoliche. Nella Repubblica Dominicana sono particolarmente celebrati i carri allegorici e le maschere realizzati dai maestri artigiani. Le feste e le danze sono a ritmo di bachata e merengue, i balli nazionali: tra l'altro di lì a poco si terrà il Festival Internazionale della Bachata.

Alle Bahamas il Carnevale si chiama Junkanoo, e si tiene il 26 dicembre con la sua tradizionale sfilata lungo le strade della capitale Nassau. In Martinica il Carnevale comincia dopo l'epifania e perdura fino ai giorni grassi: le prime sfilate cominciano a essere improvvisate nei weekend, e negli ultimi giorni la festa raggiunge il suo apice con il "vidè", la sfilata carnevalesca. La Grande Parata si celebra nella città di Fort France dove si raduneranno gli abitanti dei vari comuni che mostreranno i loro costumi preparati sino ad allora in assoluta segretezza.

in foto: Carnevale di Venezia
in foto: Carnevale di Venezia

Carnevale in Colombia

Un altro carnevale che viene celebrato in estate è il Carnevale di Bogotà, che ha origini molto antiche, ma è stato recuperato solo recentemente dopo decenni di assenza. Nacque nel 1539 con decreto reale della corona spagnola per celebrare la nascita della città colombiana: le celebrazioni dovevano avvenire nel periodo di Quaresima, e prendevano il nome di Carnestolendas of Santafé de Bogotá. Successivamente fu concesso al capo indiano della città di Ubaque di partecipare ai festeggiamenti introducendo la festa della sua propria cultura, la Muisca: la tradizione fu protratta fino al XIX secolo. Le prime celebrazioni del carnevale moderno avvennero nel 1916, con l'elezione della prima Regina del Carnevale, la studentessa Elvira Zea. Successivamente negl 1930 la manifestazione fu sospesa per eccessi di violenza e abuso d'alcool. Un tentativo di ripristinarla fu fatto nel 1960 ma fallì per gli stessi motivi.

Il Carnevale di Bogotà è ritornato finalmente in auge nel 2005, e ha acquisito l'importanza di valorizzazione della cultura colombiana che tutti conoscono. La festa infatti viene celebrata con delle sfilata, le "comparsas", volte proprio a mostrare gli elementi culturali delle diverse regioni del paese. Stessa cosa dicasi con le "verbenas", che si celebrano nelle periferie della città con danze di strada, giochi, e specialità gastronomiche provenienti dalle varie parti della Colombia. Il Carnevale di Bogotà si festeggia ogni anno il 5 e 6 agosto.

Ma la festa più popolare del paese è il Carnevale di Barranquilla considerato il secondo più importante dell'America Latina dopo quello di Rio. I suoi festeggiamenti sono simili a quelli di Bogotà, ma rappresenta per lo più la cultura di tutta la costa caraibica colombiana. Si celebra dal sabato al martedì prima delle Ceneri. Per la sua importanza il Carnevale di Barranquilla è stato dichiarato Patrimonio della Nazione e fa parte dei Patrimoni Orali e Immateriali dell'Umanità Unesco.

in foto: Carnevale di Venezia
in foto: Carnevale di Venezia

Come si festeggia Carnevale nel Ticino (Svizzera)

Il più popolare tra tutti i carnevali del cantone svizzero è sicuramente il Carnevale di Bellinzona. L'austera e rigida città si trasforma per 6 giorni nel luogo più festoso di tutto il Canton Ticino. La festa viene definita Rabadan, con un vecchio termine piemontese riferito al Ramadan arabo, che omette l'astinenza del giorno e si ricorda solamente della baldoria serale: celebri sono i veglioni trasgressivi che si svolgono in un capannone di piazza del Sole. La celebrazione della festa è diventata così importante che dal 1996 Bellinzona è definita "Città del Carnevale". Durante la cinque giorni le strade sono chiuse al traffico, e per accedervi occorre acquistare una speciale tessera che identifica chi la possiede come "cittadino del carnevale" e gli permette di partecipare alla festa. Ma il Rabadan non è l'unico carnevale del Ticino. Praticamente ogni città ne ha uno, ognuno con un nome diverso: Neblopoli a Chiasso, La Stranociada a Locarno, Ul Sbroja a Lugano, e così via finanche alle città più piccole. Da un comune all'altro il Carnevale ticinese copre un lunghissimo periodo che nel 2016 va dal 3 gennaio al 16 febbraio.

in foto: Carnevale di Rio
in foto: Carnevale di Rio

Carnevale di Cadice (Spagna)

È il carnevale più bello e rappresentativo di tutta la Spagna. Risale al XVI secolo, quando la città era un importante porto, tanto è che si pensa abbia subito le influenze dalla Repubblica di Venezia con la quale Cadiz all'epoca intratteneva rapporti commerciali. Punto forte della festa sono le Cabalgadas, le sfilate di carri e maschere che animano la città, e che attirano migliaia di turisti. La prima avviene la prima domenica di carnevale, e percorre il viale di entrata della città, in un itinerario di tre chilometri che dura quattro ore. L'ultima domenica di carnevale invece vi è la gioiosa Cabalgada dello Humor, con danze e canti lungo le strade. Ma il carnevale comincia in realtà almeno un mese prima delle date ufficiali: gruppi canori in costume organizzano feste all'aperto per esibirsi con le loro chirigotas, le canzoni satiriche che prendono di mira personaggi della politica o dell'attualità. Il periodo delle celebrazioni si conclude con la Gran Festa finale, che si protrae fino all'alba con danze e canti sulla musica delle bande che suonano ad ogni angolo della città.

in foto: Carnevale di Venezia
in foto: Carnevale di Venezia

Carnevale di Venezia (Italia)

Il Carnevale di Venezia è forse quello più antico d'Italia: il primo documento ufficiale che ne parla risale addirittura al 1269, un editto che lo menzione come festa pubblica cittadina. Risalgono a quegli anni le prime botteghe artigiane specializzate nella produzione di maschere e costumi, la cui fama è esplosa soprattutto nel Settecento, quando il Carnevale di Venezia raggiunge il suo massimo splendore e diventa uno dei più rinomati al mondo. Ancora oggi conserva questo titolo: è una festa colorata e allegra, dedicata alla spensieratezza e assieme alla trasgressione, nel nome della tradizione. Il travestimento è d'obbligo. A Venezia l'evento che apre ufficialmente il Carnevale in Piazza San Marco è il caratteristico Volo dell’Angelo.

in foto: il volo dell’Angelo
in foto: il volo dell’Angelo

Come si festeggia il Carnevale a Viareggio (Italia)

L'origine dei festeggiamenti risale al 1873, prima volta in cui si pensò a una sfilata per celebrare il giorno di Martedì Grasso. Da allora l'evento è cresciuto fino a diventare uno dei più famosi al mondo: oggi tutti conoscono i maestosi carri allegorici che si realizzano per la ricorrenza. La festa è sopravvissuta anche alla prima guerra mondiale, ma è il 1921 l'anno fondamentale: quello della composizione dell'inno ufficiale. Nove anni dopo il pittore Uberto Bonetti ideò Burlamacco, la maschera simbolo di Viareggio nonché del suo Carnevale. Risale al 2001 l'inaugurazione della nuova Cittadella del Carnevale, complesso architettonico-laboratorio disposto su una piazza ellittica dedicato proprio alla creazione dei carri e all'organizzazione del Carnevale di Viareggio. Oggi è sicuramente uno degli spettacoli più affascinanti al mondo in ogni sua manifestazione.

in foto: Carnevale di New Orleans
in foto: Carnevale di New Orleans

Carnevale di Notting Hill (Inghilterra)

Spostandosi in Inghilterra, la città che celebra grandiosamente il Carnevale è Londra. Nello specifico, si tiene da anni una manifestazione nel quartiere di Notting Hill, la cui fama è cresciuta moltissimo negli ultimi decenni. L'evento si svolge nel mese di agosto e dura due giorni: il lunedì della Bank holiday (l'ultimo del mese) e la domenica precedente. Oltre alla sfilata in costume, c'è anche l'elezione della maschera più bella. Il primo allestimento risale al 1965: inizialmente era una colorata celebrazione organizzata dalla comunità caraibica, per ritrovarsi e fare festa. Poi è diventata la festa di tutti, al ritmo di musica coinvolgente fino a notte fonda.

La Fog House di Rio de Janeiro, la casa a sbalzo nella nebbia
La Fog House di Rio de Janeiro, la casa a sbalzo nella nebbia
Il Carnevale di Rio torna dopo 2 anni di Covid: le foto dei festeggiamenti in Brasile
Il Carnevale di Rio torna dopo 2 anni di Covid: le foto dei festeggiamenti in Brasile
Appare un misterioso 30 su celebri monumenti nel mondo, dal Colosseo al Cristo di Rio: ecco cosa significa
Appare un misterioso 30 su celebri monumenti nel mondo, dal Colosseo al Cristo di Rio: ecco cosa significa
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni