8.276 CONDIVISIONI
11 Maggio 2022
7:00

Valentino Garavani compie 90 anni: la storia dell’ultimo imperatore della moda, da Voghera ai reali

Oggi, 11 maggio 2022, lo stilista Valentino Garavani compie 90 anni: da una sartoria di Voghera fino a Parigi, le sue creazioni hanno cambiato la storia del Made in Italy.
A cura di Beatrice Manca
8.276 CONDIVISIONI

"Dopo il me il diluvio": così Valentino Garavani riassumeva la sua importanza nel mondo della moda ai giornalisti. Chi potrebbe mai rimpiazzare lo stilista che per mezzo secolo ha dettato le regole dello stile internazionale, vestendo dive di Hollywood, principesse e first lady? Oggi, 11 maggio, Valentino Garavani compie 90 anni e il mondo della moda festeggia il suo ultimo imperatore, che da Voghera ha conquistato l'Olimpo della moda internazionale.

Valentino Garavani, da Voghera all'Olimpo della moda

Valentino Garavani è nato a Voghera, in provincia in Pavia, l'11 maggio 1932: fin da bambino sognava il mito del cinema, del glamour e della sartoria. A ispirarlo è stata la modista Ernestina Salvadeo, che lo spinse a studiare figurino a Milano: il suo talento lo portò a Parigi, nell’atelier di Guy Laroche, dove rimane folgorato dal fermento internazionale e dal gusto raffinato. La storia di Valentino Garavani è una storia di immenso talento, di duro lavoro e di immensi successi, ma inizia da un fallimento: la sua prima attività, fondata nel 1957 con l'aiuto del padre, non decolla.

Valentino Garavani nel 1968
Valentino Garavani nel 1968

La storia sarebbe potuta finire lì, ma un incontro cambia completamente il corso degli eventi: Valentino Garavani, aspirante stilista, conobbe lo studente di architettura Giancarlo Giammetti, l'uomo che sarebbe diventato il compagno di una vita e il suo partner commerciale. Insieme fondarono la Maison Valentino in via Condotti, atelier che in pochi anni sarebbe diventato il ritrovo di celebrità, dive del cinema, eredi della nobiltà romana.

Valentino e Naomi Campbell nel 1990
Valentino e Naomi Campbell nel 1990

Tra Giancarlo Giammetti e Garavani nacque un rapporto simbiotico: amici, compagni di vita, partner commerciali. Uno sui libri contabili, l'altro libero di creare. Erano gli anni della Hollywood sul Tevere, della dolce Vita, e Valentino sapeva ciò che le sue clienti volevano: "Essere bellissime". Lo avrebbe detto lui, molti anni dopo, nel documentario sulla sua vita L'Ultimo Imperatore, appellativo che si è meritato nel corso dei decenni. I suoi abiti erano inconfondibili per l'eleganza delle linee, la maestria dei ricami preziosi, i colori assoluti: nero, bianco, rosso. Già, il rosso: folgorato da uno spettacolo teatrale Valentino Garavani scelse il rosso come firma di stile, emblema di femminilità e sensualità.

Il celebre rosso Valentino, sfilata Autunno/Inverno 2002–03
Il celebre rosso Valentino, sfilata Autunno/Inverno 2002–03

Perché Valentino è l'ultimo imperatore della moda

Lo stile di Valentino ha attraversato le mode e i decenni: ha vestito Liz Taylor, Jackie Kennedy, Sophia Loren. Non è riuscito a vestire la regina Elisabetta, ma si sono stretti la mano. La stampa americana lo soprannominò The Chic dopo la benedizione ricevuta da Diana Vreeland, direttrice di Vogue. L'addio alla moda di Valentino non è stato un evento, è stato l'Evento con la e maiuscola: tre giorni di celebrazioni che hanno riunito teste coronate e star di Hollywood a Roma, dove Valentino ha fatto sfilare per l'ultima volta le sue creazioni all'Ara Pacis, per poi brindare in un galà tra le colonne del tempio di Venere.

Gli abiti di Valentino in mostra all’Ara Pacis
Gli abiti di Valentino in mostra all’Ara Pacis

La grande epopea di Valentino continua ancora oggi, ma con una nuova gestione. Il marchio è stato venduto nel 1998 alla casa tedesca Hdp poi rilevato dal Gruppo Marzotto e infine nel 2007 passato a un gruppo negli Emirati Arabi. A disegnare il marchio oggi è Pierpaolo Piccioli, che sta scrivendo un nuovo capitolo di successo. Ma l'ultimo imperatore rimane lui, Mr. Garavani, la quintessenza di Valentino, con la sua gloria e i suoi capricci, il culto del bello e il perfezionismo, le sue bizze e la sua passione per i carlini.

Valentino Garavani e Giancarlo Giammetti
Valentino Garavani e Giancarlo Giammetti

Nessuna festa faraonica quest'anno, conferma l'ufficio stampa, ma un party con pochi intimi. Da tanti gli auguri, dalla leggendaria editor Suzy Menkes a Victoria Beckham, da Pierpaolo Piccioli a Maria Grazia Chiuri (oggi stilista di Dior). Modelle e stilisti condividono un ricordo con lo stilista, consapevoli di aver lavorato con una leggenda vivente. Esteta e icona al tempo stesso, l'uomo che ha reso la moda italiana sinonimo di eleganza nel mondo. Dopo di lui, il diluvio.

"Après moi, le déluge!"

8.276 CONDIVISIONI
L'abito per la pace di Valentino ha i colori dell'Ucraina: la storia e il significato del vestito
L'abito per la pace di Valentino ha i colori dell'Ucraina: la storia e il significato del vestito
Valentina Ferragni con gli stivali aderenti dalla punta quadrata: rilancia il trend degli anni '90
Valentina Ferragni con gli stivali aderenti dalla punta quadrata: rilancia il trend degli anni '90
Foulard usati come top, il ritorno del trend anni '90: la moda spopola sui social
Foulard usati come top, il ritorno del trend anni '90: la moda spopola sui social
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni