10 Gennaio 2022
13:41

Pitti Uomo, al via l’edizione numero 101: le nuove regole anti Covid e i grandi assenti

La 101esima edizione di Pitti Uomo parte in un momento complicato per l’aumento dei contagi: l’edizione si farà, ma con alcuni importanti cambiamenti.
A cura di Beatrice Manca
Pitti Uomo, foto d’archivio: sfilata MSGM 2019
Pitti Uomo, foto d’archivio: sfilata MSGM 2019

L'11 gennaio si apre la 101esima edizione di Pitti Uomo, l'appuntamento fiorentino dedicato alla moda maschile. Un'edizione che parte con alcune defezioni eccellenti: Brunello Cucinelli ha annunciato che non parteciperà alla kermesse per via della risalita dei contagi, una decisione che definisce "sofferta ma indispensabile". La rassegna di moda prevista dall'11 al 13 gennaio si farà comunque alla Fortezza da Basso, ma con nuove regole e più controlli. Cancellati alcuni eventi e drasticamente ridotta la presenza dei buyers dall'estero: cosa cambia in questa edizione di Pitti Uomo.

Pitti Uomo, le nuove misure di sicurezza

La kermesse dedicata alla moda maschile inizia nel momento in cui la variante omicron colpisce più duramente in Italia: questo ha spinto gli organizzatori a investire sulla sicurezza del polo fieristico. La 101esima edizione si farà, ma con regole ben precise: innanzitutto, vige l'obbligo di registrazione e l'acquisto biglietti online. Al salone si accede solo con il super green pass e con la mascherina FFP2, dopo il controllo obbligatorio della temperatura. Per i visitatori è stato allestito un hub dedicato ai tamponi rapidi, in collaborazione con la Croce Rossa, come ulteriore misura di sicurezza. Ogni padiglione ha una capienza limitata in modo da evitare il rischio di assembramenti, e le sale vengono sanificate quotidianamente. Cibo e bevande potranno essere consumati solo nelle apposite aree: questo per evitare che le mascherine vengano abbassate anche nei padiglioni espositivi, magari per sorseggiare un drink.

Le modifiche al programma di Pitti Uomo

L'11 gennaio alle ore 11 verrà inaugurata ufficialmente la nuova edizione di Pitti Uomo con una cerimonia rigorosamente su invito. Oltre alla rinuncia di Brunello Cucinelli c'è un'altra assenza illustre da segnalare: Ann Demelemeester ha annullato il suo evento speciale. Anche l'evento di Caruso al Museo Marino Marini è stato cancellato. L’edizione n.101 si intitola “Pitti Reflections” e conta più di 610 marchi in esposizione: i principali cambiamenti non riguardano le case di moda ma i buyers, le persone che arrivano da tutto il mondo per vedere e comprare le collezioni. "Da Cina, Corea e Giappone non arriveranno compratori – ha spiegato all'Ansa l'ad di Pitti Immagine Raffaello Napoleone – Dall'America invece dipende dalla policy delle diverse aziende, alcune non permettono ai propri dipendenti di viaggiare in questa situazione". Cancellati anche gli eventi che prevedevano cocktail o buffet: il settore moda riparte, ma ancora con molte cautele.

Milano Fashion Week 2022/2023, il calendario delle sfilate uomo e le regole anti Covid
Milano Fashion Week 2022/2023, il calendario delle sfilate uomo e le regole anti Covid
Il Covid torna a far paura: da Giorgio Armani a Brunello Cucinelli, i grandi assenti alle sfilate
Il Covid torna a far paura: da Giorgio Armani a Brunello Cucinelli, i grandi assenti alle sfilate
Pitti 96 ruba la scena alla fashion week di Milano: grandi nomi in passerella e vip internazionali
Pitti 96 ruba la scena alla fashion week di Milano: grandi nomi in passerella e vip internazionali
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni